Feste per bambini: giochi e attività d’intrattenimento

 

Ogni festa per bambini che si rispetti deve includere un momento ludico fatto di giochi e attività d’intrattenimento.

Divertirsi a un party è d’obbligo, ma se per noi adulti basta sedersi a fare due chiacchiere e qualche risata, per i bambini la faccenda è molto diversa perché vogliono l’azione, il movimento e giocare è la loro principale preoccupazione.

Per soddisfare questo loro desiderio di gioco e ritagliarvi un piccolo angolo di relax con gli altri genitori, pianificate in anticipo i dettagli della festa scandendo i tempi tra l’arrivo degli ospiti, il momento ludico, il rinfresco e i saluti finali.

Distribuite i giochi e le attività d’intrattenimento lungo tutta la durata del party, alternando quelli movimentati con quelli più tranquilli. In questo modo, eviterete i classici tempi morti dove i bambini si annoieranno, sarete più facilitati nell’arduo compito di catturare e mantenere la loro attenzione e riuscirete a tenere a bada quelli più vivaci (o iperattivi) senza perdere il controllo della situazione.

Poiché non tutti gli invitati arriveranno puntuali o nello stesso momento, per ingannare l’attesa preparate:
• una piccola attività di benvenuto allestendo, per esempio, un banco da lavoro dove i piccoli ospiti potranno personalizzare il loro party kit (cappellino, bicchiere, targhetta o altro) scrivendoci sopra il proprio nome;
oppure
• un semplice gioco di benvenuto come, per esempio, “indovina quanti fagioli ci sono nel barattolo?” con premiazione del vincitore alla fine della festa.
In questa fase diciamo di “riscaldamento”, oltretutto, darete la possibilità ai bambini di rompere il ghiaccio nel caso in cui non si conoscano e aiuterete i più timidi a sentirsi a loro agio.

Una volta arrivati tutti gli ospiti, date il via ai grandi festeggiamenti con giochi e attività d’intrattenimento strutturate, dove sarete voi o un animatore professionista (se lo vorrete e in base al vostro budget) a dirigere e coordinare il tutto.
Che siano giochi individuali o di gruppo non fa alcuna differenza, l’importante è che siano organizzati in modo da non escludere nessuno.
Per motivare maggiormente i bambini a giocare insieme, prevedete dei premi da assegnare al giocatore o alla squadra migliore. Però, onde evitare che qualcuno vada a casa con il broncio perché non ha vinto nulla, date un piccolo premio di consolazione anche a chi non è arrivato sul podio (ma non svelatelo subito, altrimenti addio competizione).

Non abbandonate i bambini a loro stessi se non volete ritrovarvi nel caos più totale, tra urla e litigi. Questo, però, non vuol dire che dovrete stargli appiccicati tutto il tempo! Spiegate le regole del gioco, mettetevi a bordo campo come un arbitro e lasciateli liberi di giocare.

Dopo la pausa per il rinfresco e più precisamente dopo il dolce, procedete con l’apertura dei regali se il party ha lo scopo di festeggiare il compleanno di vostro figlio e, in seguito, avviate i giochi e/o le attività finali.

Se vedete che un gioco non piace siate pronti a cambiarlo, quindi massima flessibilità.
Fate una lista di possibili giochi/attività da proporre durante la festa; ne esistono veramente un’infinità, ma nella scelta tenete a mente:

l’età dei bambini, perché i più piccoli richiedono giochi semplici e di facile comprensione, mentre i più grandi vogliono giochi più impegnativi e strutturati;
il tema del party per caratterizzare i giochi o includere attività d’intrattenimento particolari come, per esempio, un piccolo spettacolo di magia;
lo spazio a vostra disposizione, perché se per alcuni giochi basta un piccolo piano di appoggio per altri c’è bisogno di un’area maggiore;
la stagione che, inevitabilmente, inciderà sulla scelta e la possibilità di organizzare giochi all’aperto o al chiuso
il budget, in base alle vostre disponibilità decidete se appoggiarvi a un professionista per animare la festa o fare da soli, se organizzare un laboratorio di scienze o un gioco di società;
la sicurezza dei bambini che è fondamentale, perciò verificate l’idoneità dei giocattoli (leggete le etichette, a qualcosa serviranno), evitate i giochi di gruppo troppo movimentati (es. una partita a pallone) se gli invitati hanno età molto differenti e fate attenzione alle prese di corrente, fonti calore ecc… intorno all’area di gioco per non incorrere in spiacevoli incidenti.

Se, invece, siete a corto d’idee, ricordatevi che la semplicità appaga sempre.
Rispolverate i classici giochi di una volta, quelli che facevate voi quando eravate piccoli, sicuramente si divertiranno tutti.
Mettete a disposizione dei bambini fogli bianchi e matite colorate per disegnare, organizzate una caccia al tesoro, preparate una pignatta piena di caramelle, fate il gioco della sedia o ruba bandiera, allestite un piccolo teatro dei burattini o narrate una favola chiedendo l’aiuto di alcuni volontari per rappresentare i protagonisti della storia.

E per concludere in bellezza la festa, prima di salutare gli ospiti consegnate a ognuno un piccolo pensiero come ringraziamento e ricordo della festa cui hanno partecipato.

Giusto per avere un’idea generale su come suddividere il tempo e dove collocare i vari momenti di gioco, vediamo insieme un esempio pratico di come fare il programma del party:

15-20 minuti: attesa dell’arrivo di tutti gli invitati, saluti, presentazioni, piccolo gioco/attività di benvenuto;
30-45 minuti: giochi/attività d’intrattenimento strutturati;
30-40 minuti: rinfresco a buffet;
20 -30 minuti: apertura di eventuali regali, giochi/attività d’intrattenimento finali;
15-20 minuti: consegna dei pensierini (favors) agli invitati, ringraziamenti e saluti.

In media la durata di una festa per bambini varia dalle 2,30 alle 3 ore, ma se avete più tempo a disposizione ben venga.

I giochi e le attività d’intrattenimento animano una festa, offrono l’opportunità ai nostri piccoli ospiti di interagire fra loro e diventano ricordi di un party divertente assolutamente da raccontare.
Questo è il segreto per avere una festa di gran successo!
NO GAMES NO FUN PARTY!

A proposito, conoscete il gioco “attacca la coda all’asino”?  clicca qui per scaricarlo Attacca la coda all’asino
E’ un gioco che non passa mai di moda, adatto ai bambini di ogni età e da fare in qualsiasi stagione dell’anno.
Le regole sono semplicissime: si appende al muro l’asino e a turno un bambino bendato dovrà cercare di attaccargli la coda. Vince chi riesce a posizionarla nel punto giusto o chi si avvicinerà di più. Facile, no?
Se vi piace, ve lo abbiamo preparato in versione pdf pronto da stampare e costruire insieme a vostro figlio.
Buon divertimento!

 

Articolo scritto da Giovanna Hoang

Commenti

  1. Lorinda Delmoro dice:

    Excellent goods from you, man. I’ve understand your stuff previous to and you’re
    just too wonderful. I really like what you have acquired here,
    really like what you’re stating and the way in which you say it. You make it enjoyable and you still care for to keep it wise. I can’t wait to read much more
    from you. This is really a great web site.

  2. massimo dice:

    complimenti, bella esposizione e tanti consigli utili, brava

  3. ciao mi chiamo Giulia sono anche io una mamma che legge frequentemente il vostro blog … e mi sono trovata poco fa a organizzare la feste del mio bimbo di 5 anni per la prima volta .
    abito in zona gallarate … e non sapevo minimamente che fare… su questo blog ho trovato parecchi spunti ma oltre a questo volevo segnalare alle mamme zona gallarate , in generale in lombardia un agenzia di animazione valida a cui mi sono affidata per fare la festa … visitate il sito http://www.fantasianimazione.com sono riuscita a organizzare una festa molto carina grazie all’offerta ricca ..
    magari questa segnalazione può aiutare mamme a trovare un animatore valido .. e affidabile

Lascia il tuo commento

*