Mini Quiche Lorraine

mini quiche

 

Oggi vi propongo una ricetta perfetta per le vostre uscite in famiglia, i vostri buffet o semplicemente per cambiare o riutilizzare avanzi che sostano in frigo e che sarebbe un gravissimo peccato gettare nell’immondizia. Le mini quiche Lorraine, o la quiche Lorraine è una di quelle preparazioni che più si adattano al riutilizzo degli avanzi in cucina, e che il più delle volte prepariamo quando il nostro frigo e la nostra dispensa sono praticamente vuoti.

Nella preparazione in foto ho usato degli asparagi perché in quel periodo erano di stagione ma voi sbizzarritevi o usate tutto ciò che di pronto il vostro frigo vi propone per non presentare a tavola sempre la solita “minestra scaldata”. Ottime con zucchine grigliate e provola affumicata o brie, con melanzane grigliate concentrato di pomodoro e grana, funghi e asiago, fiori di zucca e altri tipi di formaggi e ancora, importante l’utilizzo di un salume che dà sapore e si bilancia con gli altri ingredienti, di solito si usa la pancetta, io uso quella arrotolata, ma avendo la possibilità di usare pezzi di salumi dalla pizzeria che non possono essere affettati con l’affettatrice cerco di variare.

Con questa ricetta potrete ottenere un’unica quiche oppure 4 crostatine o 8 mini quiche a seconda, anche, delle dimensioni della vostra teglia. Vi lascio alla ricetta e vado a mettermi al lavoro 🙂 buona giornata a tutti.

 

 

1004432_4990325838151_142544987_n

 

 

Ingredienti

Per la base di pasta brisèe

250 gr di farina petra 5

125 gr di burro freddo

1 uovo

5 gr di sale

100 ml di acqua fredda

per il ripieno

250 ml di panna fresca

2 uova grandi

sale e pepe q.b.

130 gr di formaggio grattugiato (io ho usato strisce di’asiago)

50 ml di latte

noce moscata q.b.

4 fette di pancetta leggermente spessa

verdure di stagione o avanzi che avete in frigo

Preparazione

Inserite gli ingredienti nella planetaria, tranne l’acqua (che deve essere fredda) che aggiungerete poco per volta, perché dipende dalla farina che si usa, dalle uova etc che possono richiedere più o meno liquido.

Lavorate bene il tutto con il gancio fino a formare una palla, coprite con pellicola e mettete in frigo a riposo per almeno un ora, oppure appiattite, coprite con carta forno e in congelatore fino a che non rassodi, ma non deve congelare.

Ricoprite gli stampi, già imburrati e infarinati, con la pasta brisée e rimetteteli in frigo per un pò in modo che la pasta si raffreddi nuovamente, così otterrete un risultato migliore.

Forate il fondo della pasta brisèè con una forchetta, ricoprite con carta forno e riempite con riso o fagioli, per evitare che l’impasto si gonfi durante la fase di cottura.

Infornate in forno già caldo a 200° per 10 minuti: valutate la temperatura sulla base del vostro forno, se scalda troppo abbassatela o viceversa. Appena la pasta si sarà leggermente colorita, tirate fuori le tartellette e abbassate la temperatura a 180°.

Togliete la carta forno e spennellate il fondo con albume e infornate nuovamente, finché il fondo risulterà leggermente dorato.

Preparate il ripieno:

sbattete le uova con una forchetta facendo attenzione a non incorporare aria, unite la panna, il latte, sale, pepe e noce moscata a piacere, fino a ottenere una crema abbastanza densa ma ben amalgamata.

Sfornate la pasta, ricoprite il fondo con il formaggio ed eventuali altre verdure di stagione se lo preferite, aggiungete il composto cremoso e la pancetta tagliata a striscioline sottili.

Infornate a 180° finché la superficie non sarà dorata. Attendete un po’ prima di sformarle, così che possano compattarsi evitando che si spacchino.

Comments

  1. buonissime, leggermente caloriche ma pazienza, un bacione

  2. Ciao!
    E’ un’idea molto sfiziosa. Io ho sempre fatto la classica quiche lorraine, ma hai ragione tu, ci si può davvero sbizzarrire con quello che si ha in frigo! Poi le mini quiche sono davvero carine!
    Buon weekend

  3. Quando faccio la quiche lorraine non ne rimane mai nemmeno una briciolina! E vale per tutte le varianti: zucchine e formaggio di capra, ai porri… è davvero una ricetta fondamentale!

  4. buone e auguri <3

Rispondi a Sofia Dell'Ambra Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.