Arrosto di tacchino al forno

Oggi un classico della cucina Italiana, o per lo meno di casa mia, l’arrosto di tacchino, un piatto light che posso consumare per la mia dieta, che preparo in grandi quantità e che poi congelo a fette in modo da avere sempre una scorta a disposizione nei momenti di crisi. A volte ne congelo sia a fette che a pezzi un pò più grandi in modo tale da affettare con l’affettatrice una volta scongelato e preparare una veloce tonnata. Insomma spero possa essere utile anche a voi così come lo è per me, perché è vero che i tempi di cottura non sono proprio brevi, ma il tempo poi lo recupererete come vi ho appena accennato. Tra l’altro è una ricetta sempre ottima, sia quanto siete da soli che quando avete ospiti inattesi dell’ultimo minuto.

 

Difficoltà
Media
Preparazione
5 minuti
Cottura
60 minuti
Costo
Basso
N° persone
8/10

 

Ingredienti:

un pezzo di fesa di tacchino o un arrosto di tacchino preso pronto dal macellaio

un rametto di rosmarino

sale e olio evo q.b

una spruzzata di vino bianco

Preparazione:

Se decidete di usare la fesa di tacchino, legate con lo spago il pezzo di carne così come vedete nelle foto, e tra gli spaghi mettere un rametto di rosmarino. Preriscaldate il forno a 200°, mettete l’arrosto in una pirofila, salate e pepate e irrorate con un filo di olio, volendo potete usare un preparato per arrosti e infornate in forno già caldo. Fate rosolare da tutti i lati e tirate con un po di vino bianco secco finché questo non evapora dopodiché mettete un mestolo di acqua e fate cucinare per oltre un ora, il tempo dipende dalle dimensioni della carne, il mio pezzo è di circa sette/otto etti.

Quando la carne sarà pronta mettete il sughetto in una ciotola a parte.

Chiudete l’arrosto in carta alluminio e lasciate cosi fino a raffreddamento.

Potete servire caldo, con il suo sughetto, oppure con il sughetto potete fare una salsa come spiegato qui o visto il gran caldo di questo periodo potete affettare e farvi una fesa di tacchino tonnata come in questo post, altra idea carina, è quella di affettarla sempre finemente e farci un arrosto freddo spolverato con del bovis.

Comments

  1. buonissimo.. anche tagliato a fettine sottili e mangiato freddo.. con un mare di verdure..
    e la dieta è fatta, no? ma con gusto però!
    baciotti

  2. Ottima idea prepararlo prima e congelarlo, grazie!!!!

  3. l’ho provato con il granulato di carne Bovis…..INCREDIBILE!!!!!!!!!
    non conoscevo questo prodotto,grazie.

  4. Alla fine della tua ricetta nomini il bovis: dove lo trovi? per me è un lontano ricordo d’infanzia, lo cerco ovunque da anni e non lo trovo!

Trackbacks

  1. […] un pezzo di fesa di tacchino o arrosto di tacchino […]

Rispondi a Ledia Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.