Capesante al vino bianco

Oggi insieme ad una ricetta veloce un post altrettanto veloce, sono davvero di corsa e nel pomeriggio lavoro in pizzeria, però visti i giorni di festa ci tenevo a dare qualche idea, per i vostri menù.

Vi piace il pesce? Noi lo adoriamo!

 

Difficoltà
Facile
Preparazione
10 minuti
Cottura
20 minuti
Costo
Medio
N° persone
4

Ingredienti:

 

8 capensante

sale e pepe q.b.

olio evo q.b.

prezzemolo

vino bianco

 

Preparazione:

 

Aprite la conchiglia della capasanta aiutandovi con la lama di un coltello.

Staccate la polpa dalla conchiglia inferiore e eliminate tutta la parte scura, lavate per bene e riponete nuovamente nel guscio.

Condite con olio sale e pepe e mettete in forno a 180° per dieci minuti circa, tirateli fuori e bagnate con vino bianco o con brandy e rimettete in forno per altri dieci minuti.

A cottura ultimata, condite con un pizzico di prezzemolo e servite ben caldi.

 

Un ottimo antipasto, oppure un secondo se accompagnato ad una grigliata di pesce.

Io preferisco più la versione con il brandy e non vi nego che mi piace pocciare delle bruschettine all’aglio.

Come sempre provare per credere :).

Comments

  1. Mmm che spettacolo per la vista! Sicuramente anche per il palato!! 🙂 Buona Pasqua cara!

  2. Che meraviglia e sono bellissime da vedere…
    baci

  3. mmm, la foto è bellissima e la ricetta è grandiosa…ma lo sai che non le ho mai mangiate ?:S
    nemmeno comperate oppure ordinate al ristorante…sembrano però davvero buone!
    Ale dovrò provarle qualche volta.:D

  4. donaflor dice

    ci piace il pesce??? noi lo mangeremmo ogni giorno! troppo buono! ne siamo ghiotti!
    e le tue capesante sono uno spettacolo!

  5. MiniCuoca91 dice

    Mamma mia che delizia!!! Mi segno la ricetta, spero di provarla il prima possibile! 🙂 a presto

  6. Mamma Papera sei bravissima!!!!!!!!!!!!!! ho deciso, seguo il tuo blog!!!!! un abbraccio
    marina

  7. wow una versione alternativa a quelle gratinate! le adoro!

  8. mamma miaaa ale io le adoro comeplimentissimi

  9. sai che le capesante non le ho mai cucinate? devo proprio provare!

Trackbacks

  1. […] e pulite le capesante, tagliateli a metà o in quattro, in base alle […]

Rispondi a MIla Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.