frammenti di vita #8

continua

Dopo tutto il periodo nero che avevo passato finalmente arrivavano dei periodi positivi, almeno credevo, la mia scalata nel mondo del lavoro, ero diventata una brava “quasi” consulente del lavoro, dico quasi perché mi mancava la laurea.
Quindi decisi di iscrivermi all’università, giurisprudenza con indirizzo Consulente del lavoro, lavoravo e le mie figlie assorbivano i miei momenti a casa, appena chiudevano gli occhi, mi fiondavo sui libri, studiavo fino a notte fonda e i miei esami andavano bene, tanto che per tre anni mi guadagnai la borsa di studio.
Decisi di prendermi la patente perché a 25 anni ancora non c’è l’avevo e quindi durante la pausa pranzo andavo a scuola guida e nel giro di due mesi ebbi la mia patente card in mano, così riuscivo a recuperare un po di tempo e riuscivo anche ad uscire con le mie figlie.
Come vi avevo già detto abitavo ai confini della realtà e riuscii a convincere mio marito a comprare casa, con il mutuo ovvio, diversamente non ce l’avremmo mai fatta.
Io cercavo una casa, in campagna, dove il sole avrebbe riscaldato la mia pelle nelle lunghe passeggiate che avrei fatto con le mie bambine, e subito, anzi la seconda casa era quella giusta, uno sguardo dentro, era ancora grezza, ma io la realizzavo già, e poi quando mi affacciai dalla finestra della mia camera, decisi che quella casa aspettava noi.
Non vi dico la gioia quanto ci fu accettato il mutuo, e poi, un anno di lavori interminabili, senza operai, solo mio marito, mio papà e mio cognato, mentre io giravo come una forsennata alla ricerca dei materiali e dei vari fornitori, senza contare tutto il resto.
Finalmente arrivò il 27 luglio 2004, 3° anniversario, primo giorno nella nostra nuova casa.
Un po di dispiacere nel lasciare quel paese che per sette anni non sapeva che esistevo, ma che nell’ultimo anno, grazie alle mie doti canore mi apprezzavano e mi voleva bene, l’ho provato, però il secondo giorno nella nuova casa, il risveglio, con tanto sole, cosa che a Valstagna avevamo per tre ore al giorno, i bambini che giocavano con la bici per strada, le persone che correvano o passeggiavano con il cane, che bello ancora oggi mi sembra di essere in una casa di villeggiatura.
Purtroppo con il trasloco non riuscì più a dare esami, solamente uno e tutto si blocco a causa dei vari impegni di lavoro che aumentavano sempre più, anche la nuova gestione della famiglia nella nuova casa era diventata un po più caotica forse perché ci si doveva abituare al nuovo cambiamento, e io credevo che. visto che mancavano solo 10 esami, in qualche modo ci sarei riuscita a terminare quei pochi esami, tra l’altro i meno difficili e invece no.
Un altra esperienza che in quel periodo segno molto la mia vita fu la mia partecipazione ai casting del festival di Castrocaro Terme, tre giorni con corso annesso, conobbi tanti ragazzi simpaticissimi e Gigi D’Agostino, che bella sensazione, tre giorni per me e la mia passione, ogni tanto i miei bambini mi mancavano, ma la sensazione di sentirsi viva mi faceva superare quella sensazione di colpa, in fondo erano con i nonni, stavano bene e le sentivo tutte le sere.
Però……continua…..

Comments

  1. LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA dice

    Certo che non puoi dire di startene con le mani in mano!!! Solo a leggerti mi stanco…ma dove prendi tutta questa energia???..a me ne basterebbe solo la metà e sarei già contenta..e invece sono una mezza seghina…vabbè..aspetto con ansia il seguito dei tuoi frammenti di vita. Mi piace un sacco leggerti!!!
    Un bacio

  2. Piccolalory dice

    Ma che vita avventurosa!!! Sei proprio in gamba!

  3. Mamma Papera dice

    ogni volta che mi arrabbio ripercorro questi momenti invece di farmi prendere dallo sconforto, trovo spunti per andare avanti

  4. letizia dice

    passo sempre da te anche se non lascio segni…e ogni volta che vedo "frammenti di vita" è come leggere un romanzo a puntate
    sei veramente in gamba niente da dire!!!
    un bacione grande leti

  5. E' molto piacevole leggerti, queste storie di vita vera, vissuta, sono le più belle ed emozionanti e tu sai scrivere a meraviglia, complimenti per tutto!

  6. Wanesia dice

    Ti capisco, io ho lasciato l´universita´ a 3 esami dalla laurea…e´ da matti,ma oggi come oggi mi chiedo a cosa sarebbe servita^^
    Ciao buona domenica°

  7. pinkmommy dice

    Sei un vulcano! E' davvero incredibile l'energia e la voglia di fare che hai, sei solo da ammirare!!!

Rispondi a LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.