Frammenti di vita #7

immagine liberamente tratta dal web

continua

La ripresa di questo periodo per me nero, fu molto difficile, al rientro a casa mi sentivo strana, mi sembrava di vivere dentro un brutto sogno senza mai fine, avevo sempre quella febbriciattola che ogni sera ritornava, sopratutto quando ero molto stanca per non parlare degli attacchi di panico e degli incubi e il rientro al lavoro era pesante, sia fisicamente che mentalmente, fortunatamente i miei 23 anni e la voglia di riprendermi mi davano quella spinta e quello stimolo necessario ad andare avanti.
Peccato che al lavoro non venivo nemmeno pagata, ogni volta mi sentivo dire domani, dopodomani, la prossima settimana ed ogni volta io pagavo la baby sitter (purtroppo ratealmente) anche per i tre mesi che ero stata ricoverata senza ricevere alcun stipendio, da qui la scelta di cercare un altro lavoro.
Questo nuovo lavoro non tardò molto ad arrivare anzi dopo due settimane mi trovavo già sulla mia nuova e bella scrivania, attorniata da 14 colleghi e un titolare burbero ma che ancora oggi considero quasi come un papà.
Quel luogo per me non fu solo un lavoro ma ha segnato la mia vita in senso positivo e grazie a tutti coloro che ogni giorno rendevano la mia vita più colorata trovai stimoli più forti per superare questo brutto momento.
Passano i mesi e la sottoscritta ritrova una certa serenità e soddisfazione data dalle piccole conquiste quotidiane, ma mai mi sarei aspettata che quel giorno sarebbe arrivato, proprio io e dopo cinque anni.
Al rientro a casa, mio marito, all’ora solo convivente stava cucinando, ed era con le bambine che avevano già cenato pronte per andare a nanna.
Stavamo sul divano, vicini a parlare finché guardavamo la TV, niente di così eclatante, ma dolce e romantico:
“Sai, oggi mi ha chiamato l’avvocato!”
e io “che cosa voleva? come al solito per rompere”
“no non voleva rompere anzi”
e io “dai non mi tenere sulle spine”
” è arrivato il divorzio”
e io “AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH non ci posso credere sul serio?”
ridevo e piangevo, adesso era tutto mio, “se vuoi possiamo sposarci!!!”
e io con due occhi sgranati e il cuore che mi batteva a mille, oh mio Dio oh mio Dio, non ci posso credere, “ma tu mi hai detto che non vuoi più sposarti?!”
“era vero, ma io e te ormai è da cinque anni che stiamo insieme, abbiamo due figlie e non ho sicuramente ripensamenti”.
Era aprile, ed uno dei miei desideri si stavano avverando.
Il giorno dopo avvisiamo i nostri genitori, di cui certamente non volevamo il permesso, e iniziarono i preparativi, il 29 luglio 2002 alle ore 15 ci aspettava un momento importante ed unico ed io in tre mesi con un budget irrisorio fatto solo dei nostri poveri stipendi, dovevo rendere unico quel giorno.
Ogni giorno c’era qualcosa da fare, oltre al lavoro e alle bimbe, avvolte mi scoraggiavo pure altre mi gasavo per la felicità di aver trovato ciò che faceva per noi.
Son sincera, non ho preparato nulla di sfarzoso, semplici cose, perché a noi interessava solo rendere un momento unico e questo momento volevamo passarlo con le persone a noi care, solo 50 persone tra cui parenti e amici intimissimi, non c’era una villa ma ottimo cibo, niente bomboniere firmate ma un piccolo oggettino come ricordo, nessun fotografo professionista, ma uno zio amante della foto che possedeva una reflex, niente auto di lusso ma la macchina di uno dei miei zii (lancia libra), però il vestito da sposa quello si (regalato da mia mamma, insieme ai fiori per la chiesa e il buffet di fine messa).
Mio marito si aspettava un taier semplice, e quando mi vide arrivare resto a bocca aperta e le sue parole furono “sei bellissima”, le mie due piccole principesse vestite da damigelle rosa che portavano le fedi all’altare, come erano bellissime e a fine messa invece della benedizione della coppia, abbiamo chiesto la benedizione della famiglia comprese le due figlie di mio marito.
Bellissimo tutto, la colomba che si posò sulla mia spalla, le foto a Monteberico, dove nacque il nostro amore, il cibo tutto ottimo, la festa….Il viaggio di nozze a Capri.

Avvolte le cose semplici sono le migliori se contornate da tanto amore.

si vede che ero stanca? ^_^
continua…

Comments

  1. Marikajolie dice

    Si vede che eri radiosa, altro che stanca!

    Ho i brividi grazie a questo tuo racconto di vita!

  2. serenamanontroppo dice

    Sì, davvero bellissima, dentro e fuori!
    Ogni tuo frammento di vita è un'emozione.

  3. Eleonora dice

    sei semplicemente meravigliosa e ti auguro tutta la felicità che meriti!

  4. Seguo il tuo blog da poco, ma non ho mai commentato..oggi lo faccio..per dirti che mi hai emozionato con questo racconto, che traspare che sei una persona sensibile e conun cuore grandissimo..complimenti e davvero spero che la vita ti possa regalare tutta la felicità del mondo..
    baci
    enza

  5. Mamma Papera dice

    è semplicemente la mia vita, così come l'ho vissuta

  6. LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA dice

    Puoi dirlo forte carissima Ale…quando si è felici non serve essere circondati dallo sfarzo… basta veramente poco per rendere quel giorno meraviglioso..a me è bastato Fantasticomarito che appena mi ha vista arrivare all'altare mi ha guardata coi suoi occhi teneri ed emozionati e il resto non contava più…potevamo veramente essere solo noi due e sarebbe stato un giorno speciale lo stesso. Il nostro giorno,l'inizio della nostra meravigliosa vita!!
    Ti voglio bene Ale!!!

  7. pinkmommy dice

    non avresti meritato nulla di meno di questa enorme felicità, e con il tuo racconto mi hai fatto emozionare! ma quanto bella sei???? un abbraccio forte forte forte!!!!

  8. Mamma Papera dice

    fabri e pink, sono felice di condividere con voi queste esperienze avvolte penso che se vi avessi qui sarei molto più ricca e felice e questi racconti li condividerei con voi davanti ad una tazza di caffè al baretto qua vicino che è proprio chic che fa tanto amiche magari sul giardinetto sedute sulle poltroncine vi voglio bene

  9. LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA dice

    Ale, non sai quanto piacerebbe anche a me avere te e Pink più vicine… secondo me ci divertiremmo un sacco in quel baretto a chiacchierare e a ridere come ragazzine…Eh sì secondo me saremmo 3 grandi e vere amiche!!!!

  10. Mamma Papera dice

    fabri :***

  11. mammadifretta dice

    Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
    bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
    proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
    sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
    all'errore e ai sentimenti….una bbraccio paperozza..

  12. tu sei semplicemente IMMENSA!

  13. Non ho parole ,sei una donna fantastica ! Ma come fai a fare tutto ? Baci

    • Mammapapera dice

      semplicemente non faccio tutto, c’è sempre qualcosa che metto da parte ^_^, non sono perfetta e non ho nemmeno la pretesa di esserlo, almeno non più 🙂 chissà se mai tornerai da queste parti mi piacerebbe abbracciarti ^^

Rispondi a LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA Annulla risposta

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.