Crema al latte

 

Oggi mi affaccio a questa finestra piena di dubbi e riflessioni. Oggi dò voce alla mamma che è in me e alla bambina che è il me.

(La voce della mamma)

Penso all’anno passato, e mi sento ridicola. Ridicola perché aver messo tutto in discussione in quel modo, scrivevo un sacco di ‘favolate’ su fb e spero che un giorno i miei figli possano perdonarmi. Io cerco di farlo eh, quello di provare a perdonarmi, avevo completamente spostato la mia attenzione verso un’illusione, un’illusione che non aveva fondamento e nemmeno radici.

Ho sempre creduto nei sogni, ma ci sono sogni che davvero sono solo illusioni, sogni che ci creiamo per vivere una realtà parallela, perché a volte la realtà che viviamo non ci piace.

Avevo dimenticato cos’è il sapore di sentirsi mamma, il sapore di sentirsi donna, ma quella vera, quella che si piace. Era così difficile guardarsi allo specchio, quella non ero io, dove era finito il mio sorriso

🙁 ???

Faccio ancora tanta fatica a trovarlo, il mio sorriso, qualcosa, ancora ora, lo smorza. Qualcosa mi ha fatto così male che riuscire a tenere su gli angoli della mia bocca fa tanto male, fa fatica la mia anima a volare come vorrebbe.

Se ora mi guardo allo specchio del passato, vedo una Vittima patologica, vedo una Narcisista patologica, vedo una ‘bugiarda’ (prima di tutto verso me stessa, perché mi raccontavo di tutto pur di non vedere), vedo una persona in cerca di approvazione, vedo un peso per gli altri, un peso per me stessa.

Se mi guardo allo specchio del presente, non so cosa vedo, devo ancora capire, so che una cosa mi è rimasta, l’AMORE, dentro di me c’è sempre stato tanto amore, solo che non lo usavo nel modo giusto.

(La voce dalla bambina)

Io amo, i miei figli prima di tutto… vorrei tanto farlo capire anche a loro…

Io amo conoscere, scoprire, imparare…

Io amo, anche se ora non sembra, io amo la vita…

Io amo la dolcezza, la tenerezza, gli abbracci, le carezze, mi danno calore…

Io amo ascoltare il canto degli uccelli, e amo cantare, anche quando non sono perfetta, perché quando canto riesco a dare voce alla mia anima e dopo mi sento bene, e dopo ho tanta energia che mi fa stare bene…

Io amo i fiori che nascono, i loro colori che sanno darmi tanta gioia, i loro profumi…

Io amo il sole, quello vero, che sa scaldarmi l’anima e quella luce che riesce a farmi vedere quello che mi ostino a non vedere…amo quella luce che sa far sparire le tenebre… amo quella forza che sa darmi anche se sembra che non c’è…

Io amo il verde, dei prati, degli alberi, mi donano speranza….

Io amo il blu del mare che sa darmi tanta pace…

Io amo il profumo del basilico ^_^…non lo so perché ma dentro di me sprigiona endorfine e mi piace da morire….

Io amo il cielo perché mi fa sognare, ogni nuvola riesce ad assumere forme diverse…

Io amo il mondo così meraviglioso … imperfetto e meraviglioso…Il mondo per me è mio marito, e io sono la terra, la sua terra…

Io amo le farfalle… che belle le farfalle…loro sono leggere, nell’anima e amano la vita nonostante la loro sia così breve, e noi invece ci preoccupiamo di quello che non c’è, che non ci sarà mai, ci perdiamo nelle illusioni e non godiamo di quel poco tempo che ci è stato concesso…

Io amo i campi di grano, nelle loro distese dorate che nascondono mille significati…

Io amo questo blog perché mi ha fatto capire che anche io valgo, per me, valgo per me e mi ha fatto capire che posso farcela, che posso tirare fuori il bello che c’è in me e solo per me non per essere approvata… perché sapete una volta volevo essere approvata ma ora non me ne frega più niente…ho ancora tanta strada da fare per recuperare quello che ho lasciato indietro o che ho fatto andare avanti senza di me…

E ora vorrei amare anche me, perdonarmi per il tempo perso e VIVERE… accarezzare quella bambina interiore che forse è l’unica parte di me che è rimasta ancora bella…

La (mia) bambina accarezza la (mia) mamma e questa mamma accarezza questa bambina.

 

Bambina: perché sei così noiosa? perché non giochi un po’ con me? Magari i tuoi bambini potrebbero divertirsi di più e sarebbero meno arrabbiati.

Mamma: facciamo un patto, io proverò a darti ascolto, ma tu non fare più i capricci, smettila di piagnucolare, e di ricercare eterne attenzioni e sopratutto accetta il fatto che non tutto può essere tuo, perché sai magari quel gioco che hai tanto desiderato, un giorno, o magari quasi subito potrebbe non piacerti più, un giorno magari troverai il gioco perfetto per te e magari sarà quel gioco che ti è arrivato inaspettatamente senza che tu nemmeno lo cercassi, senza il bisogno di sbattere i piedi per terra.

Dammi tempo, so già che domani non sarò perfetta, dammi tempo a piccoli passi ci arriverò alla non perfezione che porta alla serenità, ci arriveremo. Tu dammi la mano e insieme incamminiamoci, che un passo alla volta arriveremo in un posto tanto lontano, in una cima tanto alta e da li vedremo le meraviglie del mondo.

Canta con me 🙂 e se ti va assaggia questa crema al latte.

 

 

 

Difficoltà
Facile
Preparazione
10 minuti
Cottura
5 minuti
Costo
Basso
N° persone
4

ingredienti:

750 g di latte fresco intero
250 g di panna fresca
100 g di maizena
200 g di zucchero
3 gocce di olio essenziale all’arancia (purché sia naturale al 100% altrimenti usate la scorza grattugiata)

 

preparazione:

Fate scaldare il latte a fuoco basso. Nel frattempo setacciare la maizena con lo zucchero e aggiungervi il latte precedentemente riscaldato a filo e mescolate con la frusta fino ad ottenere una crema senza grumi.
Quando il composto sarà senza grumi, rimettete sulla pentola e fate cuocere mescolando fino a raggiungere la giusta consistenza. Coprite con pellicola e conservate fino al suo utilizzo (mettete in frigo solo quando sarà ben fredda). Quando dovrete utilizzare la crema, mescolate bene con un frustino e vedrete che ritornerà della giusta consistenza.
Se volete che la vostra crema sia più compatta potete aggiungere 3 fogli di gelatina e della panna montata, procedendo in questo modo, prendete poca crema scaldatela al microonde, e aggiungetevi tre fogli di gelatina precedentemente ammollata, amalgamate bene e velocemente e poi aggiungetela al resto della crema, montate la panna ben ferma e aggiungetela pian piano alla crema. Io l’ho preferita così :).

Parla alla tua mente

*