Bavarese al cioccolato e ghiandella Gay Odin

bavarese-2
Avevo sempre sentito parlare del cioccolato Gay odin e della sua ottima qualità, ma ahimè non ero mai riuscita a provarlo, anche se mi ero ripromessa che lo avrei acquistato on line. Invece un paio di settimane fa sono stata contattata da loro, con la richiesta di provare il loro cioccolato in uno dei miei dolci, beh come potevo esimermi. Felicissima di poter assaporare il loro cioccolato, ho deciso di fare questa bavarese cioccolato e ghiandella anche se sarebbe stato perfetto assaggiare il cioccolato così com’è. Questa bavarese è sempre perfetta e durante il pranzo di Natale è ottima come fine pasto, perché per il panettone c’è sempre tempo di assaggiarlo durante una partita a carte o a tombola.

 

bavarese-3

 

Difficoltà
Media
Preparazione
60 minuti + riposo
Cottura
no
Costo
Medio
N° persone
8

Ingredienti
200 g di latte intero fresco
40 g di zucchero
115 g di tuorli
6 g di fogli di colla di pesce
125 g di cioccolato fondente foresta Gay Odin
75 g di cioccolato bianco
2 cucchiai di crema spalmabile Ghiandella Gay Odin
375 g di panna fresca al 35% di grassi
per la finitura:
cacao in polvere amaro

preparazione
Preparate una crema inglese, portando a bollore il latte e unitevi i tuorli montati con lo zucchero, fate cuocere fino ad arrivare a 85°, mescolando bene e fuori dal fuoco unire la gelatina idratata.
Dividete la crema in due ciotole in cui avrete inserito il cioccolato spezzettato da una parte il cioccolato fondente e dall’altra il cioccolato bianco e la crema spalmabile, portate le creme a 30° senza mescolare, aggiungete la panna semi montata, fate raffreddare.
Aiutandovi con un anello da 18 cm alto 7 cm, montate il vostro dolce. Versate prima la crema con il cioccolato fondente e mettete in freezer per circa 5 minuti e poi la crema nocciola e ghianda. Io ho inserito il le creme senza fare attenzione perché volevo ottenere un effetto ondulato ma se volete ottenere due strati ben definiti vi consiglio di usare una sac a pochè. lasciate in congelatore per una notte. Dopo di che conservare in frigo fino all’utilizzo.
Raddoppiando le dosi potrete ottenere il quantitativo per una teglia da 26 cm.

Se riuscite a trovarli, utilizzate acetato per rivestire gli stampi.

Prossimamente proverò a fare un dolce con il cioccolato Foresta :), vi consiglio vivamente di dare un’occhiata a loro sito e se potete provate anche voi ^^.

Commenti

  1. Una vera libidine per una cioccodipendente come me !!
    baci
    Alice

  2. anche noi non possiamo esimerci dall’assaggio,è obbligatorio,un dolce del genere non può essere rifiutato,grazie cara e complimenti

  3. no vabbeh… goduria all’ennesima potenza!!! stupenda! sarebbe meravigliosa per le feste!

Parla alla tua mente

*