Crema pasticcera con il forno a microonde

crema pasticcera

 

Quante volte ci siamo ritrovate a fare la crema pasticcera? Beh non ditemi che sono l’unica, che dopo averla preparata si ritrova con una quantità assurda di ciotole sporche, planetaria e fruste da lavare, con un figlio appiccicato sulla gamba e che tira, l’altra che urla e il telefono che suona, -.-.

Bene da quando ho ricevuto il mio forno combinato a microonde Samsung smart Oven, ho provato ad applicare diverse ricette che già preparo con la cucina tradizionale, convinta del fatto che molti di voi avrebbero provato. Provate ad immaginare i bambini che dormono e voi che in pochissimo tempo e dopo aver pulito la cucina preparate la vostra crema senza sporcare e senza fare fatica: una ciotola, tutti gli ingredienti dentro, mescolate e mettete in forno, in massimo otto minuti avete finito, senza dover mescolare di continuo, insomma per chi è mamma, ed ha i minuti contati, una ricetta di questo tipo sembra quasi una manna dal cielo che vi farà fare un gran bel figurone con i vostri cari. Per cui evviva il forno a microonde, evviva la cucina, ed anche la versatilissima crema pasticciera. Ecco a voi la semplicissima e facilissima ricetta :), che ho conosciuto grazie al procedimento del grande maestro Montersino.

Se volete seguire le altre ricette a cui stanno lavorando le mie colleghe cercate su fb e su twitter con gli ashtag #SamsungSmartChef #SmartOven

 

Difficoltà
Facile
Preparazione
2 minuti
Cottura
5/6 minuti
Costo
Basso
N° persone
6/8

Ingredienti:

500 g di latte fresco intero
9 tuorli di uovo medio
150 g di zucchero superfino
35 g di maizena
la scorza grattugiata di mezzo limone

preparazione:
Inserite tutti gli ingredienti dentro una bacinella e miscelate bene. Mettete in microonde alla massima potenza per due minuti, poi tirate fuori e con una frusta a mano mescolate bene, rimettete di nuovo nel microonde per un altro minuto e miscelate velocemente e continuate così per altre 3/4 volte vedrete che la vostra crema è pronta in pochissimo tempo, sporcando una sola ciotola :). La crema quando è pronta va coperta con pellicola alimentare (senza pvc) a contatto, e infine fate raffreddare velocemente o in un bagnomaria ghiacciato dopodiché in frigorifero per circa due/tre giorni.
Importante per questa preparazione, non saltare i passaggi di miscelazione, questo perché il microonde tende a rassodare la crema in modo disomogeneo, e il fatto di mescolare la rende omogenea fino a restituircela cremosa.

Commenti

  1. Ale!!! ma questa ricetta è mitica!
    proverò assolutamente…
    solo una info: la mia massima potenza è 750 w…va bene secondo te?
    bacione

  2. Peccato che non ho il forno a microonde semmai l’avrei subito preparata! Idea geniale.
    Baci, Monica

  3. Christine Anne Luke dice:

    Ale – e in “cantiere” un ricettario x la smart? SPERIAMO! !

  4. semplicissimo unico problema non aver mai voluto comprare il forno a microonde per cui adesso mi friggo,grazie della delizia e anche di avermi fatto soganre,felice serata

  5. Lavinia dice:

    Ciao Ale, anche io la faccio così ed ho provato ad aggiungere anche la panna. Uso solo l’amido di mais, perchè quello di riso ancora non l’ho trovato, però non ti sembra più “gommosa” di quella fatta con anche un po’ di farina? Magari dipende dalla qualità del mio amido?

    • Mammapapera dice:

      allora l’ideale sarebbe usare meta di quello di riso e meta di quello di mais, e non dovrebbe essere un problema,ma ho fatto anche io con solo quello di mais e non mi ha dato problemi, non sento il gommoso che mi dici tu, piuttosto hai controllato la percentuale di grassi nel latte e nella panna?

      • Lavinia dice:

        Mmmm.. mi fai venir il dubbio di aver usato un latte ps.. la panna no, è ok, 35% di grassi… ci riproverò sicuramente, grazie! Quel tuo Paris brest su fb mi ha fatto venire una voglia!! Appena ho tempo, ne faccio uno e riprovo la crema al microonde

  6. MMMM…fantastica…da provare immediatamente!!! Bravissima

Parla alla tua mente

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.