Miele e slow food: per una cucina senza sprechi

DSC_8048

 

La settimana scorsa ho avuto l’immenso piacere di partecipare ad un bellissimo e importante incontro con Miele e Slow food, in cui ci hanno raccontato della loro nuova collaborazione e dei vari progetti in fase di programmazione e di cui vi terrò aggiornati con piacere.

Due realtà apparentemente diverse tra loro ma che hanno un obiettivo comune, la qualità del cibo nel rispetto dello spreco energetico,delle risorse ecologiche e, ovviamente, anche economiche.

Tra i vari progetti, ci hanno presentato, e resi partecipi con una cooking class, del Master of food – cucina senza sprechi, presentato dalla bellissima e bravissima foodbloggher Lisa Casali che ci ha guidati in una esperienza davvero interessante.

 

DSC_8045

Ad esempio sapevate che le bucce esterne del porro possono trasformarsi in “tagliatelle”, che scottate e condite con formaggio e noci potete consumare come delle normali tagliatelle, meno caloriche e senza carboidrati? Provate.

Ho scoperto anche che la buccia della zucca e l’interno che siamo soliti buttare via possono essere riutilizzati e mangiati? Carinissima l’idea di Lisa di essiccarli e renderli polvere da usare per aromatizzare o l’idea di utilizzarli per una crema di zucca :).

Nei prossimi corsi che si terranno al Gallery di Miele, l’obiettivo sarà quello di evitare gli sprechi tenendo in considerazione, il momento della spesa, la conservazione dei cibi e il momento importantissimo in cui andremo a trattarli e cucinarli. So che alcuni di voi sono interessati perchè mi avete chiesto, quindi se siete curiosi scoprite i prossimi appuntamenti e non mancate :).

 

 

Parla alla tua mente

*