Involtini light di crudo con zucca ricotta e mandorle

involtini di crudo con zucca ricotta e mandorle

 

Come già ben sapete, ho deciso di attuare nella mia vita alcuni cambiamenti importantissimi, dentro e fuori di me. Avrei potuto scegliere altre strade, magari più facili, ma non sarebbe stata la cosa più giusta da fare perché non avrei risolto il problema alla radice.

La dieta è solo un piccolo passo che ho fatto, non mi sarei mai immaginata di alzarmi alle 5 di mattina per andare a camminare, anche se era una cosa che desideravo fare da tempo, invece ora lo sto facendo e mi rendo conto di come tutto questo agisca prima di tutto dentro di me. Non è facile, ma “cammino” al MIO PASSO, lungo un percorso che mi sta “mostrando” le vere bellezze della vita.

Immaginate la pace che vi trasmette il cinguettio degli uccellini, a quanto sia bello vedere sorgere il sole, e pensate alla soddisfazione di sentire il vostro corpo, dentro e fuori, che “guarisce”.

Io adoro non poterne fare più a meno, non solo della bilancia che mi da grandi soddisfazioni, quella è solo la punta dell’iceberg, ma proprio di sentirmi così viva, di sentirmi più agile di quanto ero al mio peso forma, di riuscire a fare le scale di corsa, di sentire quella sensazione di benessere, che anni fa mi aveva abbandonato.

Si ho scelto la strada più difficile, ma ora sento di più me stessa, ho rallentato i ritmi, eliminato lo stress della vita sempre di corsa, mi sono data ad una alimentazione più sana, dove il cibo non è il rifugio del dolore, e per me lo era stato per anni, ma una soddisfazione che va al di la del dolore.

Oggi vi scrivo a metà del mio percorso che è solo l’inizio di una vita migliore, 45 kili in meno si  e altri 30 da perderne, ma rinata dentro perché ho capito che devo dare tempo alla mia vita, riappropriarmi dei miei tempi e vivere la bellezza del “lento”.

Quando rientro a casa dopo una lunga camminata, mi sento soddisfatta ma anche affamata e poiché le energie perse sono tante mi preparo in anticipo sempre una ricettina light ma sostanziosa che mi rigenera e mi permette di andare avanti e mi piacerebbe condividerla con voi. S tratta degli involtini di crudo con ricotta zucca e (poche) mandorle tritate.

Questa ricetta è nata perché sostengo il progetto che il Consorzio del Prosciutto di Parma ha deciso di attuare, la campagna di sensibilizzazione “Difendi la qualità” per difendere i diritti del consumatore, almeno a tavola.

 

Difficoltà
Facile
Preparazione
30 minuti
Cottura
50 minuti
Costo
Basso
N° persone
6

INGREDIENTI

250 gr di zucca (già pulita)

250 gr di ricotta di pecora

2 cucchiai di mandorle tritate

1 cucchiaio di grana

Noce moscata q.b.

Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Il giorno prima, mettete la ricotta in uno scolapasta che appoggerete dentro ad una bacinella e rimettete in frigo ben coperta in questo modo eliminerà l’acqua in eccesso e sarà più semplice utilizzarla.

Pulite la zucca eliminando semi, filamenti e buccia; lavatela, scolatela e poi tagliatela a fette. Ricoprite ogni fetta con carta alluminio, praticate dei piccoli fori con una forchetta nella parte superiore dell’alluminio in modo che l’umidità esca e cuocete in forno a 200° per circa 45 minuti, passato questo tempo controllate la cottura e se serve completatela.

Quando la zucca sarà cotta, aspettate che si intiepidisca prima di eliminare la buccia così eviterete di bruciarvi, togliete la buccia che verrà via molto facilmente, e riducete la polpa in purea schiacciando con i rebbi di una forchetta.

A questo punto, in una ciotola, mettete la polpa schiacciata della zucca, la ricotta il grana, sale e pepe e la noce moscata, mescolate bene ed assaggiate per valutare il grado di sapidità, aggiungete le mandorle tritate o passate al mixer e mescolate bene il tutto. Mettete questo composto in frigo per un’ora.

Il Prosciutto Crudo di Parma non deve essere troppo sottile ma deve comunque potersi arrotolare quindi regolatevi ad occhio per lo spessore.

Assemblate i vostri involtini di crudo con zucca ricotta e mandorle, fino a completare il tutto.

Appoggiate in frigo fino al momento di servire.

Ottimo come antipasto, come secondo e come spezza fame dopo la vostra camminata.

Commenti

  1. Ale io ti capisco perfettamente perchè ho fatto un percorso simile al tuo anche se i miei chili da perdere sono molto meno! Ti stimo infinitamente!

  2. Cara Ale, penso che tu abbia scelto la strada più difficile perchè sai quello che vuoi veramente, riesci ad essere te stessa ed a lavorare duro per ottenerlo…e non è per nulla semplice

  3. Ritrovare i ritmi più lenti è la cosa migliore da fare, per stare bene con sè stessi e anche con gli altri. Inoltre con qualche chilo in meno ci si sente anche molto meglio…
    Questa ricetta è davvero gustosa. L’ho provata, ottima come antipasto…Non solo secondo me il ripieno, potrebbe essere anche un ottimo condimento per pasta…..!Da provare sicuramente.

Parla alla tua mente

*