Tacchino tonnato

 

La voglia di primavera si fa sentire così prepotentemente che oggi vi presento un piatto freddo, che a casa nostra si replica spesso, il tacchino tonnato, che potrete preparare con un arrosto di tacchino fatto con un pezzo di fesa oppure con un arrosto di tacchino già formato che cucinerete voi seguendo sempre lo stesso metodo, quello che vedrete in foto l’ho fatto con un arrosto di tacchino ma io vi lascio il procedimento completo. Voi adesso vi chiederete, ma non è il vitello che si fa tonnato? Si è vero, ma credetemi che anche in questa versione si lascia mangiare benissimo ed è più economico da realizzare. E poi lasciatemelo dire, ottimo anche in una serata primaverile o estiva con amici ^_-, magari fuori in giardino.

 

Ingredienti:

un pezzo di fesa di tacchino o arrosto di tacchino

un rametto di rosmarino

sale e olio evo q.b

una spruzzata di vino bianco

PER LA SALSA:

tonno due lattine

maionese q.b per tenere morbida (io me la sono fatta come ci insegna M. Roux)

20 gr di capperi + qualche chicco per decorare

 

 

Preparazione:

Legate con uno spago il pezzo di carne così come vedete nelle foto, e tra gli spaghi mettere un rametto di rosmarino

Mettete il tutto in una pentola capiente q.b per contenere l’arrosto e permettervi di girarlo tranquillamente, ma non deve essere nemmeno troppo grande, altrimenti i succhi della carne si perdono e rischia di bruciacchiarsi più facilmente, due cucchiai di olio extra vergine di oliva, sale e pepe, e fate rosolare il tacchino, appena sarà bello dorato da tutti i lati, sfumate con un po di vino bianco finché questo non evapora dopodiché mettete un po di acqua e fate cucinare per un oretta circa, il tempo dipende dalle dimensioni della carne, il mio pezzo è di circa sette/otto etti. Per controllare se il tacchino è cotto, bucate con un forchettone e se vedete che esce del liquido, proseguite ancora un pò la cottura. Quando la carne sarà pronta lo tirate fuori dal suo sughetto che metterete in una ciotola chiusa e la congelate, perché la potete riutilizzare o per condire questo arrosto di tacchino che avete fatto o per altri usi. Mentre invece la carne la lasciate raffreddare per un giorno, così non si rompe quando la tagliate, chiudete in una ciotola con coperchio e mettete in frigo.

Prima di servire preparate la salsa tonnata, inserire tutti gli ingredienti nella ciotola e con il mixer ad immersione riducete a salsa, magari la maionese la mettete un po alla volta così vi regolate in base ai vostri gusti, assaggiate sempre per essere sicuri che sia di vostro gradimento come sapore e come consistenza.

Quasi al momento di servire preparate la fesa tonnata:

prendete il piatto, cospargete di salsa allineate le fettine, ricoprite di salsa tonnata decorate con capperi ed ecco il vostro piattino.

 

Commenti

  1. mi è sempre piaciuta questa ricetta!!! ovviamente non l’ho mai fatta, ma solo mangiata con piacere!!! buona settimana

  2. Adesso è iniziata la stagione perfetta per queste ricettine fresche e appetitose!!!

  3. buono il tuo vitello tonnato, complimenti e buona settimana

  4. congratulazioni tesorella, sei in un club ristretto! questo non è un premio ma un riconoscimento per i miei blog preferiti. tu sei tra questi. da oggi sei ufficialmente Betty approved! (maggiori info qui:http://elisabettapendola.com/2013/04/15/intermezzo-melodrammatico/ )- ti conferisco il fiocco lo puoi appuntare dove ti pare (anche in bagno) 😉 ce l’ha anche Imma di DolciAGoGo nella sidebar! : http://elisabettapendola.files.wordpress.com/2013/04/betty1_02.png?w=600

  5. Complimenti Alessandra, ha un aspetto divino.
    Un bacio.
    Miky
    Ps. grazie per l’amicizia su FB.

Trackbacks

  1. […] La fesa di tacchino tonnata […]

Parla alla tua mente

*