Spaghetti di soia in brodo di pollo con funghi shitake

In questa fredda e nevosa giornata di febbraio, dove la voglia di uscire di casa dice soltanto “saltami addosso!”, ho deciso di mettermi ai fornelli e preparare un tipico piatto della mia amata cucina vietnamita, il Miến Gà, ossia spaghetti di soia in brodo di pollo con funghi shitake.

Questo è uno dei numerosi e deliziosi piatti che mi cucinava mamma quando ero bambina e che a prepararlo da sola mi fa sospirare, perchè mi riporta alla mente tanti piccoli teneri momenti della mia infanzia.
Oggi, però, niente pensieri brutti, quelli sono aboliti!
Oggi voglio solo perdermi tra i ricordi belli, di quelli delicati come un fiore che ti fanno sorridere il cuore.
Oggi ho voglia di coccole, ho voglia del mio comfort food preferito! Perchè in una giornata così, cosa c’è di meglio di un buon brodo caldo per scaldarsi il pancino? Siete d’accordo con me?

E se non avete mai provato i funghi shitake, questa è la ricetta giusta! Sono carnosi, gustosi e hanno quel particolare profumo… diciamo affumicato che, sicuramente, vi conquisterà.
Dove potete trovarli? In qualsiasi negozio alimentare asiatico.

Difficoltà
Facile
Preparazione
15 minuti
Cottura
70 minuti
Costo
Basso
N° persone
4

Ingredienti per 4 persone:
125 gr spaghetti di soia
8 funghi shitake
2 cipollotti freschi

Per il brodo di pollo:
1,5 l di acqua
1 coscia di pollo (con pelle e ossa) da circa 500 gr
2 carote
1 costa di sedano
½ cipolla
un pezzetto di zenzero (ginger)
½ cucchiaino di semi di coriandolo
½ cucchiaino di pepe in grani
½ cucchiaino di zucchero
sale q.b.

Preparazione:

Preparate il brodo mettendo in una pentola l’acqua fredda, le verdure mondate e lavate, il pepe in grani, i semi di coriandolo leggermente schiacciati, il pollo, lo zucchero, salate e cuocete per circa 1 ora.
Nel frattempo, fate rinvenire i funghi shitake e gli spaghetti di soia (comunemente chiamati vermicelli di soia) mettendoli a bagno in acqua fredda.
Una volta pronto il brodo filtratelo, scartate le verdure, private il pollo della pelle e delle ossa e mettetelo da parte.
Rimettete sul fuoco il brodo, aggiungete i funghi shitake privati del gambo (questa parte, generalmente, non si mangia perché è molto legnosa) e cuoceteli per circa 6-8 minuti. In seguito, aggiungete gli spaghetti di soia e continuate la cottura ancora per 1 minuto circa (attenzione che scuociono molto facilmente).
Servite la zuppa guarnendo con il cipollotto tagliato sottile, il pollo sfilacciato e una macinata di pepe fresco.

Se volete dare un tocco ancor più esotico a questo piatto, potete aggiungere anche del coriandolo fresco. Io, purtroppo, ne ero sprovvista e dato il mal tempo che non mi permette di uscire (perchè non so come sia dalle vostre parti, ma da me nevica che è una meraviglia) ho dovuto farne a meno.
Per i più audaci, invece, consiglio di aggiungere del peperoncino fresco tagliato sottile, sottile. Occhio, però, a non esagerare perchè l’effetto del brodo caldo con il peperoncino è devastante! Poi, non dite che non vi avevo avvisato…

Articolo scritto da Giovanna Hoang

Commenti

  1. Che bella ricettina…pinnata immediatamente^_^

  2. Una di quelle ricette che mi piacono molto. Dove trovo i funghi shitake?

  3. Ammappa che mamma all’avanguardia! Addirittura cucina vietnamita! Mi piace! Mi piace troppo questo piatto!

  4. Se ti dico ho fatto una zuppa simile e ci ho scritto dei pensieri simili non ci crederesti vero?
    Non l’ho pubblicato perché le foto sono rumorose e perché volevo postare sul congresso di identità ma prometto che dopo San valentino lo posterò così potrai dirmi che ti ho copiata quasi in toto;)) ma che ci possiamo fare se siamo così simili io e te con il passato e ricordi?
    Io l’ho chiamato piatto rimedio d consolatorio :-))
    Tesoro adoro quei funghi e spaghetti di soia sono come pane per me!
    La ricetta thai e’ un po’ diversa ma non vedo ora di provare questa versione vietnamita .
    Poi un giorno ci mettiamo ai fornelli insieme io e te ok?
    Vaty

    • Carissima, ti prendo in parola, quindi, organizziamo!!!
      Attendo di leggere la tua ricetta thai, che sicuramente sarà deliziosa come tutte le tue creazioni. E poi… che ci possiamo fare se in fondo in fondo siamo così simili? Dal trondele nostre terre d’origine un po’ si somigliano, hanno molte cose in comune.
      Ti mando un abbraccio grandissimo!

  5. Meravigliosa!!!E parlo con cognizione di causa perchè, anche se non ho ancora avuto il piacere di assaggiare questa ricetta in specifico (leggi tra le righe Gio!!!) ho già goduto di piatti vietnamiti (zuppe in particolare) preparati dalle sapienti mani della mia amica Gio!!!
    Brava brava e ancora brava!!!

    • Ma carissima Gabry, te la preparo quando vuoi la zuppettina vietnamita!
      Lo sai che la mia casetta è sempre aperta per te e Gigi, soprattutto, lo sai che ho bisogno di voi per testare le mie ricette.
      Kissotto baby!

Lascia il tuo commento

*