Risotto alla milanese e braciole alla messinese

 

Il giusto connubio tra tradizione, cucina regionale ed emozione, Nord e sud, il titolo di questo piatto, vincitore del concorso culinario Amadori, peopoll e figli in cucina. Uno dei miei piatti preferiti tra quelli che ho assaggiato come giurata, cucinati a regola d’arte, da gustare lasciandosi trasportare dalle emozioni. Questo risotto alla milanese unito a queste braciolette alla messinese e anticipato da un racconto emozionante che parla di condivisione, di unione e di famiglia mi hanno molto conquistata insieme a Simone e a sua figlia Zoe che hanno saputo davvero cogliere lo spirito del concorso culinario.

Non lasciatevi scappare la ricetta di questo risotto alla milanese e di queste braciole ala messinese, perché sono davvero strepitosi e Simone insieme a  Zoe hanno condiviso con noi il loro sapere culinario, quindi tutti a provare questa ricetta che merita davvero.

 

Difficoltà
Media
Preparazione
40 minuti
Cottura
40 minuti
Costo
Basso
N° persone
10

 

NORD E SUD

Zucchetti Simone e Giorgia Zoe Zucchetti


Ingredienti per 10 persone

20  fettine di fesa tacchino sottilissime

250 grammi pane grattugiato
300 grammi di parmigiano grattugiato

olio EVO
200 grammi provolone dolce
Aglio intero 2 spicchi
Prezzemolo
Spiedi di legno
1 Kg Riso Carnaroli

200 grammi di burro

1 cipolla bianca
1.5 l Brodo di carne
Vino bianco
2/3 bustine Zafferano

Sale


Preparazione

Risotto allo zafferano

Preparare la cipolla a cubetti piccoli, e imbiondirla in un cucchiaio di olio evo e  100 g burro.
Quando dorata aggiungere il riso 1000 g e tostarlo sino ad aspetto vitreo, sfumare con un bicchiere di vino bianco e aggiungere il brodo, che avrete preparato precedentemente e scaldato,  a mestoli mescolando di frequente.
A cottura del riso dopo circa 18 minuti, spegnere il fuoco, aggiungere due/tre bustine di zafferano disciolte in mezzo bicchiere di brodo e aggiungere 100 g di burro mantecare,  150 g di formaggio parmigiano e mescolare sino a mantecatura completa.

Preparazione Braciolette
Preparare 20 fettine sottilissime di fesa di tacchino eventualmente batterle con il tritacarne e dividerle in due in modo da avere una forma quasi quadrata. A parte unire pangrattato, 2 spicchi d’aglio sminuzzato, 150parmigiano reggiano grattugiato e prezzemolo e miscelarli sino a dispersione omogenea. Tagliare il provolone a cubettini.
Comporre su ogni fetta di carne uno strato di pangrattato condito e 4-5 cubettini di formaggio e chiudere a involtino. Steccare 4  involtini insieme, spolverarli con il pangrattato residuo  e cuocerli in padella con un filo d’olio, rosolandoli da ambo le parti, quindi abbassare il fuoco e unire 1/2 bicchiere di vino bianco e acqua quanto basta. Coperchiare per 10 minuti e poi scoperchiare, aggiustare di sale e addensare il tutto.
Impiattate il risotto con le braciolette, guarnire e … a tavola!

Commenti

  1. vincita strameritata, un piatto davvero ben pensato!
    un bacione Ale, scusa se passo poco ma ti seguo, sempre!
    Vale

  2. MMMMMMMMMMMMMMMMMMmh…cotoletta alla messinese…se mi inviti a pranzo…mi inviti a nozze ahahahahah, buon weekene Flavia

  3. mmmm che bella presentazione!

  4. un piattino che gradirei alla grande….che meraviglia!

Lascia il tuo commento

*