Peopoll e figli in cucina

 

Una storia da raccontare, una passione o semplicemente un momento da condividere, gioia, sorrisi, emozione. Questa è stata per me la giornata di ieri, 6 novembre 2012, semplicemente stupenda, con persone che hanno condiviso emozioni, talento, creatività e felicità. Parlo, in primis, dei concorrenti che hanno partecipato alla finale della quinta edizione del concorso culinario di Amadori “Peopoll in cucina”. 

Piccoli chef” ma anche “piccoli assaggiatori” (come dice il piccolo Riccardo), sono stati i veri protagonisti della giornata di ieri.

Davide con le sue sculture ripiene con patè di fegato; il piccolo Francesco di appena sei anni, con i suoi polipetti di wurstel molto originali; Lorenzo e il buonissimo petto di pollo al gorgonzola e noci; la piccola Rossella che ci ha deliziati con un saporitissimo involtino ed una deliziosa salsa ai funghi,  Mattia e la gemellina che hanno presentato un originalissimo girasole di pitufi, ovvero il girasole dei puffi , termine utilizzato affettuosamente dalla mamma per rivolgersi ai suoi due cuccioli :); e infine ma non per ultima, visto che parlo della vincitrice :), la piccola Zoe che ha proposto un deliziosissimo piatto che parla di famiglia, di amore, di unione e condivisione, Nord e Sud, il titolo di questo piatto, e non vi nascondo che mi sono molto emozionata al racconto di questa storia, il punto di incontro tra nord e sud, la nonna Milanese e la zia che per lavoro si è dovuta trasferire in Sicilia, e quindi ecco che il risotto alla Milanese e le braciolette alla Messinese, formano l’UNIONE.

Vorrei soffermarmi di più sui piccoli protagonisti e sulle loro ricette, quindi grazie anche ad Amadori che mi permette di pubblicarle, ho pensato di dedicare un post per ogni ricetta e per ogni fantastico concorrente, a partire già da domani, in attesa del nuovo ricettario dedicato ai sei piccoli chef e alla loro storia.

E’ stato bellissimo ritrovarmi nel tavolo dei giurati, con i 4 piccoli critici, sentire il loro stupore, e vedere davvero come a loro basta poco per godere delle piccole cose, ad ogni piatto che arrivava sentivo quei gridolini che facevano tanta tenerezza “uhhh che bello”…”wowwwwww” ^_^ e devo dire che sono stati tutti molto bravi a giudicare, non si sono solo soffermati all’aspetto e alla bellezza del piatto, ma hanno giudicato la bontà complessiva :).

Un particolare ringraziamento va ad Amadori, prima di tutto per avermi invitata, e per avermi fatta sentire a casa, come fossi parte dell’azienda, ma sopratutto perché ha organizzato questo evento, mettendo in primo piano il valore della famiglia.

La famiglia è il fondamento dell’azienda stessa, e questo l’ho avvertito nella mia lunga chiacchierata con Francesca Amadori, mamma, e io aggiungerei anche super mamma, di due cuccioli molto piccoli, che riesce a districarsi tra i suoi numerosi impegni, senza trascurare la qualità del tempo che passa con loro, tutto questo grazie, anche, al prezioso supporto del marito. Lei è davvero solare e simpatica e in questa chiacchierata ho capito che è un valore aggiunto per l’azienda, insomma una ventata di freschezza.

Se volete saperne di più, qui trovate il comunicato stampa che l’azienda ha pubblicato stamattina.

 

Intanto vi lascio le foto, guardate che splendore?

 

 

I piccoli chef con il loro compagno di avventura :). non sono bellissimi da vedere? ^_-

 

 

E guardate qui che spettacolo? Era impossibile immortalare tutto alla perfezione, almeno per me che non sono una professionista delle immagini, ma già in questo collage potete veramente immaginare l’aria che si respirava.

 

 

Ovviamente, non mi riferivo solo alla cucina di Casa Artusi, che è magnifica, ma parlavo proprio dell’evento in se.

 

 

Ed ecco a voi la coppia vincitrice, la piccola Zoe e il bravissimo Simone, che a quanto pare vorrebbe diventare uno di noi (blogger del food) ^_^.

Adoro questa foto, anche se non è perfetta perché si vede la spontaneità e l’affiatamento tra i due concorrenti, simpaticissimi.

 

Commenti

  1. Ma che bravi che sono stati i concorrenti, io aspetto le ricette!

  2. bellissima esperienza davvero!
    e che bravi!

  3. che emozione anche solo a leggere il post! e le foto, poi, trasmettono tutto quello che devono :) !

  4. andrea zambelli dice:

    tanti complimenti al piccolo chef di casa…bravo francescooooo!!!!!

Trackbacks

  1. [...] Peopoll e figli in cucina [...]

  2. [...] promesso, eccoci con le ricette che hanno partecipato al concorso di cucina indetto da Amadori, Peopoll e [...]

  3. [...] Salve a tutti oggi vi propongo una delle ricette partecipanti al concorso di cucina di Amadori, peopoll e figli in cucina, che era destinato ai dipendenti dell’azienda Amadori, che dovevano necessariamente partecipare con un figlio, nipote o comunque un parente dell’età compresa tra sei e quattordici anni. Vi avevo ampiamente parlato di questa esperienza a cui ho partecipato come giurata insieme a  mia figlia Erika già in questo post. [...]

Lascia il tuo commento

*