Panini viennesi a lievitazione naturale

Che passione, panificare, sentire il profumo, del pane e dei panini appena sfornati, che si espande per casa e si diffonde per renderci più felici. Ecco quello che hanno fatto questi panini viennesi fatti con una ricetta di Giorilli che ho leggermente modificato, sono davvero buonissimi e sopratutto posso assicurarvi, facilissimi da fare, in quanto prevedono un impasto diretto, ho solo inserito quasi tutti gli ingredienti nella planetaria e impastato, al massimo 10 minuti.

Sembrerà assurdo ma quanto faccio il pane in casa mi rilasso e scarico le energie negative che inevitabilmente si accumulano durante la giornata, e poi appena il prodotto viene sfornato rimane la soddisfazione, di vedere ciò che ho fatto, di respirare anche la gioia negli occhi dei miei bambini mentre mi dicono, “mamma ma quanto sei brava” ^^. Insomma passiamo alla ricetta se no divento smielata.

Per questa ricetta, ho avuto l’onore di provare in anteprima il lievito naturale secco con germe di grano del molino Ruggeri, sono sincera inizialmente ero scettica, ma visto il risultato, non posso che essere pienamente soddisfatta, ancora questo prodotto non è in commercio ma lo sarà molto presto, però non preoccupatevi se nel frattempo decidete che volete provare la ricetta, basta utilizzare o 25 gr di lievito di birra o 150 gr di pasta madre e togliete 50 gr di acqua dalle dosi che vi ho dato io

Difficoltà
Facile
Preparazione
10 minuti + riposo
Cottura
20 minuti
Costo
Basso
N° persone
25 panini

Ingredienti:

1 kg di farina Arifa o “0”

100 gr di lievito naturale secco con germe di grano

450 gr di acqua

150 gr di latte

55 gr di burro

30 gr di zucchero

20 gr di sale

per spennellare

1 uovo intero

15 gr di latte

1 pizzico di sale

per il vapore

ghiaccio

Preparazione:

In una ciotola, io nella planetaria, mettete il latte e l’acqua (meno 50 gr che inserirete insieme al sale) e inserite il lievito, scioglietelo per bene e aggiungete la farina lo zucchero, il burro ammorbidito e tagliato a tocchetti, iniziate a lavorare l’impasto o a mano o con l’uncino, a metà impasto aggiungete il sale e l’acqua rimanente e lavorate, fino a che l’impasto risulti elastico, liscio e le pareti della ciotola risultino ben puliti. A questo punto lavorate a mano sulla spianatoia e date la forma di una palla, mettete su una ciotola, coprite con pellicola e fate lievitare fino al raddoppio, nel mio caso ci sono voluti meno di due ore, quindi se pensate di far lievitare un pò di più potete anche  diminuire le dosi di lievito.

Quanto l’impasto sarà raddoppiato  spolverate un piano di lavoro, mettetevi l’impasto, schiacciatelo con le mani, dividete l’impasto in pezzi da 70/100 gr, poi fate voi in base a quello che ci dovrete fare, e formate dei filoncini come in foto.

Non serve stringere troppo il filone arrotolate e basta.

Fate lievitare fino al raddoppio, su una teglia coperta con carta forno, fate delle incisioni trasversali e poi coprite il tutto con una pellicola.

Appena vedrete che ha raggiunto la lievitazione, lucidate con il composto di latte uova e sale e infornate a 180° per 20 minuti circa, poi dipende da quanto grande è la pezzatura, appena vedete che sono belli dorati anche sotto sfornate e mettete su una grata a raffreddare, i vostri panini soffici viennesi sono pronti. Sofficissimi e buonissimi. provate e fatemi sapere, perché ci tengo. Ideali a merenda e a colazioni, con la nutella o con dell’affettato o come volete.

P.S. poco prima di infornare mettete in un teglia del ghiaccio e mettetelo in basso nel forno già caldo e lasciatelo, fino  metà cottura

Commenti

  1. una goduria!!!!

  2. e ci credo che l’amica di tua figlia non credeva li avessi fatti tu sono perfetti

  3. un panino meraviglioso…quello con la nutella è mio!!!!

  4. sembrano proprio belli sofficiotti!

  5. Antonella dice:

    Complimenti per la ricetta ……sembrano buonissimi e non di difficile esecuzione. Oggi sono in procinto di infornare il tuo pane casereccio. Ti faro’ sapere come e’andata. Un saluto ne e a presto

  6. Antonella dice:

    Realizzati e…..semplicemente fantastici!!!! Complimenti mia cara! Scopro in Te un vero talento. Ansiosa di provare altre tue ricette (laddove il lavoro e la famiglia me lo consentiranno), ti abbraccio e ti ringrazio con calore! Alla prossima!

    • Mammapapera dice:

      Antonella, rientro solo ora :), e adesso rispondo a tutte le tu mail, mi fa davvero tantissimo piacere sapere che in qualche modo sono tata utile ^^, quindi sono io a ringraziare te, non solo per i complimenti, ma per la testimonianza che mi stimola a continuare in questa direzione 🙂

  7. I tuoi panini viennesi vanno alla grande in casa nostra e ieri, ho fatto anche il pane casereccio…. una meraviglia! Grazie mille per tutte queste bontà che condividi con noi… sono una tentazione dopo l’altra, non ho mai usato così tanta farina come da quando ho la pm (anzi, l’ip -impasto padre- per par condicio!) :9

  8. Come detto sopra, a casa nostra vanno alla grande… li ho rifatti anche settimana scorsa con l’impasto padre 😉 … alcuni formato panino, altri formato bocconcino (che ho servito tiepido con fetta di salame come aperitivo e non sono riuscita a fotografare) e con un po’ di pasta, delle sfiziose girelle dolci. Una delizia!
    Ecco il post della tua ricetta, nella mia cucina: http://bimbumbeta.blogspot.it/2013/01/in-cucina-pane-e-ricette.html

Trackbacks

  1. […] ricetta, che ho preso dal mitico blog di Alessandra Scollo, http://mammapapera.it (lei li chiama Panini viennesi) e ho riadattato utilizzando la madre fresca e non secca, è molto semplice e per i principianti è […]

Parla alla tua mente

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.