Genitori e figli in cucina

Voi ormai mi conoscete e sapete quanto sia bello per me stare in cucina con i miei figli, uno spazio che è condivisione, di tempo e di gioco, un modo in cui posso giocare con i miei figli trasmettendo loro non solo l’amore per la cucina ma anche l’amore per la creatività, che non necessariamente significa perfezione di ciò che poi andremo a preparare.

Per questo motivo quando sono stata invitata da Amadori a far parte della giuria insieme a mia figlia Erika, per un concorso culinario interno tra i dipendenti con i loro figli, ho accettato con vero piacere, prima di tutto perché potrò condividere del tempo con Erika, adolescente quasi impazzita che ormai non mi permette quasi più di stare con lei, e poi perché potrò, per un giorno divertirmi insieme ad altri genitori che lavorano e condividono con i propri figli una bellissima esperienza culinaria, insomma, per me, l’apoteosi.

Il concorso per soli dipendenti Amadori, “Peopoll in cucina: Amadori premia la tua ricetta” giunge quest’anno alla 5° edizione. La differenza, rispetto alle altre edizioni, è che per la prima volta i bambini fanno il loro esordio diventando protagonisti di Peopoll in cucina: mamma, oggi cucino io! Il mio piatto preferito a base di un prodotto Amadori”.

Il concorso si inserisce a pieno titolo nello spirito di Peopoll, il nome del progetto lanciato dall’azienda nel 2009 in occasione del quarantesimo anniversario di Amadori. Da allora le tante iniziative di comunicazione interna sono targate con il logo Peopoll, e così il concorso è diventato Peopoll in cucina: non solo un concorso gastronomico, ma un’occasione di incontro, di conoscenza reciproca, di appartenenza all’azienda, di condivisione con i colleghi di momenti diversi dalla normale attività lavorativa.

 

Posso dire che secondo me è una figata? prima di tutto perché è bello vedere che un’azienda faccia questo tipo di attività per i propri dipendi, ancor di più lo è vista la presenza dei bambini, e poi anche perché farò parte della giuria ed entrerò a Casa Artusi, insomma doppio wowwowowow.

La mia borsa è quasi pronta sto per impostare il navigatore e dopo pranzo partirò per questa bellissima avventura, prometto che vi racconterò tutto, scatterò tantissime foto e cercherò di divertirmi ^_^, non si vive mica di solo lavoro ;).

Quindi domani mattina, sarò con la mia reflex a scattare foto e ad assaggiare i sei piatti finalisti, a cui dovrò dare il mio voto, Caterina, mi raccontava che ogni piatto sarà accompagnato anche da un racconto in cui i partecipanti ci descriveranno come è nato. Me gusta.

Adesso vi saluto perché devo andare a prepararmi, buon lunedì a tutti, pensatemi.

 

Commenti

  1. Complimenti cara!
    Attendo il racconto di questa esperienza!
    Buon divertimento!!!

Lascia il tuo commento

*