Tiramisù classico con uova pastorizzate

 

Come vi anticipavo questa mattina, oltre alla mousse light eccovi il tiramisù classico con uova pastorizzate, come lo faccio io, ovvero con la ricetta di Montersino, lo so che la rete ne è piena, ma questo spazio è prima di tutto il mio ricettario condiviso, e quindi volevo lasciare traccia anche qui della ricetta che uso io.

Una ricetta che uso spesso e che davvero non abbandonerò mai perchè ottima.

Sebbene il tiramisù di Montersino abbia la base in pan di spagna, con il caldo che faceva e con il forno impegnato con la focaccia pugliese, ho deciso di ridurre i tempi, il caldo e il lavoro usando i classici savoiardi (che ho acquistato).

Premetto che l’ideale sarebbe fare il tiramisù il giorno prima, ma se lo mettete 3/4 ore in congelatore e lo tirate fuori un oretta prima di servirlo e ottimo lo stesso. Mentre se come me volete fare l’effetto torta, io ho utilizzato in forma di Pavoni, appena uscirete la torta dal congelatore togliete il silicone e la vostra torta è perfetta.

Un dolce freddo, fresco, senza cottura da offrire in qualsiasi momento e in qualsiasi occasione, Perdonatemi per la foto ma queste tre fette erano le uniche rimaste di ieri sera.

 

Difficoltà
Media
Preparazione
20 minuti + riposo
Cottura
no
Costo
Basso
N° persone
10

 

Ingredienti:

175 g di tuorli

340 g di zucchero semolato

100 g di acqua

1 bacca di vaniglia bourbon

gr 500 di mascarpone

gr 500 di panna

1 confezione di Savoiardi

4 tazze di caffè lungo

1 bicchierino di brandy

Cacao amaro per spolverare

 

Preparazione:

  1. In un pentolino mettete lo zucchero con l’acqua fino a raggiungere la temperatura di 121 °c, mescolando con una paletta di legno solo alla fine quando avrà iniziato a bollire.
  2. Montate le uova e finché queste montano nella planetaria con la vaniglia (sempre pistilli) aggiungete lo sciroppo di zucchero a filo fino a raffreddamento (10 minuti circa), otterrete un composto montato liscio e lucido.
  3. Montare panna e mascarpone insieme e aggiungetevi un pò di montata d’uova, stemperando per bene e facendo attenzione a non smontarlo.
  4. Aggiungetevi anche il resto delle uova montate, sempre un pò alla volta, amalgamando bene dal basso verso l’alto, molto delicatamente, cercando di non smontare il tutto. A questo punto la crema tiramisù è pronta.
  5. Nello stampo in forma di Pavoni idea, iniziate a montare il vostro tiramisù. Primo strato di savoiardi, che bagnerete nel caffè, a cui avrete aggiunto il bicchierino di brandy o altro liquore per dolci, in un solo lato, e che poi appoggerete nella teglia sul lato asciutto, in modo che la gravità bagni tutto il biscotto senza inzupparlo eccessivamente.
  6. Fate uno abbondante strato di crema di mascarpone.
  7. Altro strato di savoiardi e altro strato di mascarpone.
  8. Mettete in congelatore per 3/4 ore.
  9. Tirate fuori, cospargete con cacao amaro e decorate a piacere.
  10. Togliete delicatamente il silicone, dopo aver staccato i lati con una lama, non perché serva ma per evitare che togliendo il silicone possa rompere la vostra opera d’arte.
  11. Tenete in frigo fino al momento di utilizzarlo… il giorno dopo è ancora più buono.
Il Vostro tiramisù è pronto.

 

 

Commenti

  1. ahaa!!! Fantastico… e poi oggi siamo in sintonia a proposito di uova pastorizzate ;)) baci a presto!

  2. Io non lo faccio mai con le uova, perchè non le mangio crude per paura della salmonella. Così lo proverò!

  3. Io sono per il partito dei pavesini al posto dei savoiardi… per il resto, ho assaggiato il tiramisù di Montersino da Eataly e mi è sembrato buonissimo, il tuo non ha di certo niente da invidiare! 🙂 Buon proseguimento di vacanze cara!

  4. Lo fai esattamente come lo faccio io, ho appena postato la ricetta per la staffetta dei blog.

  5. Adoro il tirami sù, ma le uova crude purtroppo non sono raccomandabili in questo periodo. Avevo letto in rete di questo metodo per pastorizzare le uova, ma sinceramente non ci avevo mai prestato troppa attenzione. Stavolta invece mi ci sono soffermata e devo dire che mi sembra un ottimo sistema.
    Vedi che è utile pubblicare anche per la centesima volta qualcosa… tanto c’è sempre qualcuno che non lo sapeva ancora. 🙂

    • Mammapapera dice:

      grazie Ilaria 🙂 ogni volta che sono in dubbio vedo che c’è qualcuno che apprezza, prova e non abbandonerai più questo metodo 🙂

  6. Aleeee!!!!!! con questa ricetta ti meriti la medaglia d’oro! Non conoscevo questo metodo per pastorizzare le uova (a onor del vero non conoscevo neanche la versione di Montersino *__*’ ) sai che cosa vuol dire vero? che domani compro tutti gli ingredienti e via di tiramisù!! 😀
    e poi la foto è bellissima! grazie ancora per l’illuminazione!
    buona serata! 🙂

  7. ma che bontà ! ognuno lo fa a modo suo ma secondo me son tutti buoniiiisssimi 🙂

    volevo avvisarti ale che ho cambiato piattaforma ed ora ho un sito tutto mio!

    http://loveateverybite.com/

    baci

  8. ricetta utilissima,mai scontata. mai pensato, poi, di metterlo in congelatore!

  9. ah ah ah Ale, lo credo che sono rimaste solo 3 fette 😀

  10. Allora…il Tiramisù è il mio dessert preferito per una serie di motivi che vanno dalla pura soddisfazione per le papille gustative a ricordi legati all’infanzia. Mia nonna in effetti, lo metteva in surgelatore e poi un’ora prima di servirlo lo trasferiva in frigo e poi… finiva in un batter d’occhio.
    Un abbraccio Ale e buona domenica!! (noi domani torniamo a casina!)
    Vale

  11. Magnifica ricetta e magnifico sito! Complimenti. Anche io ho fatto questo tiramisù ed è ottimo. Ecco qua la mia versione nel bicchiere. http://cuminoecardamomo.blog
    Ancora Congratulazioni!

  12. Ottimo il tuo tiramisù, ma io non ho né la planetaria né il termometro per controllare i 121 gradi.
    Come posso fare?
    Grazie e complimenti per tutte le ricette
    marisa

    • Mammapapera dice:

      puoi usare le fruste elettriche, i 121 gradi invece ci sono quando lo zucchero raggiunge le grosse bolle che si vedono su tutta la superficie, pero un consiglio te lo do il termometro di ikea costa sette euro e può servirti in mille cose 🙂 se lo trovi non fartelo scappare un bacio

Trackbacks

  1. […] Thè o succo o latte – Calamarata pesca spada e pomodorino –  Pesce spada marinato – tiramisù […]

Parla alla tua mente

*