Gelato al melone senza gelatiera

 

Che voglia di gelato in questi giorni, soprattutto di gelato al melone, ci voleva proprio la sfida di questo mese dell’mtc, che ancora una volta mi ha permesso di provare una nuova ricetta che non avevo mai provato, dopo la grande soddisfazione della torta gelato per il compleanno di Michelle, e la soddisfazione di una ricetta che devo ancora pubblicare, ieri ho provato anche questa versione con il melone, a cui ho aggiunto le ciliegie essiccate e una spolverata di cocco.

La prova della bontà me l’ha data mio marito senza avermi detto nulla. Ieri sera, dopo l’ultima frullata, gli ho chiesto di assaggiarne un cucchiaino per valutare se fosse venuto bene, mi ha risposto che si lascia mangiare O_o, sennonché stamattina, quando apro il freezer per fare la coppa e la foto prima che la truppa si svegliasse, noto che manca mezza vaschetta di gelato :D e meno male che si lasciava mangiare e basta, se era ottima che avrebbe fatto? Non avrei trovato nemmeno una pallina per le foto ihihihihihihih ;).

 

Sebbene questa sia una ricetta abbastanza leggera, ho acquistato dei mini coni, i due che vedete nello sfondo sono i miei :P, almeno assaggio senza sentirmi in colpa ihihih, e se anche voi pensate alla prova costume, potrebbe essere un’idea ;).

 

 

 

Difficoltà
Facile
Preparazione
1 ora e 30 minuti + riposo
Cottura
no
Costo
Basso
N° persone
6

 

 

Ingredienti:

per il gelato di Mapi:

500 ml latte fresco intero

500 g melone

200 g zucchero semolato

6 tuorli di uova grandi

1 cucchiaino raso di scorza di limone grattugiata

2 cucchiai di acqua

2 cucchiai rasi di zucchero semolato

1 bacca di vaniglia bourbon

Per la finitura

cocco rapè q.b.

ciliegie essiccate q.b.

cialde per gelati

preparazione:

Tagliare a metà il baccello di vaniglia e metterlo in un pentolino insieme al latte e a metà dello zucchero.

Mescolate per sciogliere lo zucchero, poi mettere sul fuoco e portate quasi a bollore. Spegnere, coprire e lasciare in infusione per almeno 15 minuti in modo da aromatizzare il latte.

Montate i tuorli con zucchero rimanente fino ad ottenere un composto spumoso che avrà triplicato il suo volume.

Rimettete il latte sul fuoco, portatelo quasi a bollore e versatelo a filo sulle uova che stanno montando con la frusta.

Mettete il composto in una capiente pentola sul fuoco e fate addensare la crema inglese fino a quando non velerà il dorso di un cucchiaio, portandola alla temperatura di 85°.

Togliete la pentola dal fuoco e immergete la base in una ciotola con acqua e ghiaccio mescolando di continuo in modo da raffreddare il composto uniformemente. Se l’acqua s’intiepidisce, cambiatela aggiungendo ancora ghiaccio.

Quando la crema sarà fredda trasferirla in un barattolo a chiusura ermetica (lasciandoci ancora dentro il baccello di vaniglia) e far riposare in frigo almeno un’ora.

Estrarre il baccello di vaniglia e aiutandosi con la lama liscia di un coltello raschiare tutti i semini e mescolarli alla crema.

Sbucciate il melone, tagliatelo a cubetti e frullate in una ciotola con, il succo di 1 limone, lo zucchero e l’acqua, fino ad ottenere una purea fine e abbattere velocemente la temperatura immergendo la pentola in una ciotola con acqua e ghiaccio.

Trasferite in un contenitore a chiusura ermetica e mettere in frigo per almeno un’ora.

Amalgamate i due composti (la base di cui sopra e la purea di melone) ormai freddi, e procedere al condensamento, fino a quando questa non assume la consistenza della panna montata: trasferite il composto in un contenitore basso, lungo e stretto oppure in più contenitori, chiudete e mettete nella parte più fredda del freezer per 60-90 minuti.

Trascorso questo tempo la miscela sarà ghiacciata sulla base e sui bordi, ma morbida al centro. Mescolarla molto velocemente con un frullatore a immersione per uniformarne la densità, poi livellatela bene e rimettetela in freezer.

Ripetere il procedimento per altre 2 volte a intervalli di un’ora e mezza ciascuno. Dopo l’ultima frullata ho aggiunto le ciliegie che avevo essiccato con Biosec e che avevo tenuto a bagno per 30 minuti in uno sciroppo di limone e zucchero, ma se è destinato ad adulti potete usare il grand marnier.

Mettete in una vaschetta per gelati, tappare con carta forno e rimettete in freezer per 30 minuti per far raggiungere al gelato la giusta densità. Io l’ho lasciato in congelatore tutta la notte e poi prima di servirlo l’ho messo in frigo per 20/30 minuti.

Preparate la coppa, spolverate con cocco rapè e decorate con le cialde. Oppure fate come me e preparate dei mini coni ^_-.

 

Con questa ricetta partecipo all’mtc di questo mese

MTC di luglio 2012: gli sfidanti!

Commenti

  1. da provare! ciao

  2. è davvero bella questa foto, fa venire voglia…al melone poi dev’essere freschissimo e gooso, brava Ale!

  3. tra i gusti alla frutta il melone è il mio preferito… poi con un po di cocco mi dai il colpo di grazia, delizioso!!! un bacio

  4. Ma che buono deve essere, poi il melone piace a tutti, buono e fresco, hai fatto delle ricettine strepitose..brava Alessandra….:)

  5. Ma che bello! Colorato e goloso: mi piace l’idea del melone, data la stagione , anche se qui, in questi giorni, più che un gelato ci vorrebbe una bella cioccolata calda :-))))
    Un bacione, Ale.
    Dani

  6. eheheh! per fortuna si lasciava solo mangiare :) che bel gelato, è un po’ che mi ronza l’idea del gelato, poi se si può fare senza gelatiera, proverò! Cmq piacere di conoscerti :)

  7. complimenti Ale per il gelato e la foto che invoglia tantissimo :-)

  8. Buonooo! Mi piace il gelato al melone! Con il cocco poi…sa proprio di estate! :D

  9. Una meraviglia…complimenti carissima!

  10. il gelato al melone è uno dei pochi gusti alla frutta che mi piace! molto bella la tua presentazione! Brava!! :)

  11. deve avere un gusto fantastico complimenti un cono lo mangio volentieri ciao

  12. Pero’!!…Melone e cocco e’ da provare! Bellissime foto Alessandra!!

  13. cristina dice:

    sei bravissima ma ho serie difficolta a eseguire,sono un po imbranata.ho comprato la stecca di vaniglia delloa paneangeli,ma puzza…e proprio cosi brutto l aroma?ti seguo sempre un bacio

    • Mammapapera dice:

      NO CHE è BRUTTO DEVI SENTIRLO DOPO :), QUALI SONO LE TUE DIFFICOLTà? EVENTUALMENTE SOSTITUISCI CON LA BUCCIA DI LIMONE

  14. …E chi la ferma più questa donna??? :-D
    Melone e cocco, un sogno… manda qui, che te lo dico io se si lascia mangiare!!!!
    Un abbraccio.

Trackbacks

  1. […] ad esempio che lavorone ha fatto MammaPapera, per far gustare alla sua numerosa famiglia il gelato al melone! Questo sì che è di […]

  2. […] Gelato al melone senza gelatiera […]

  3. […] Gelato al melone senza gelatiera […]

Lascia il tuo commento

*