Ops mi è caduta la crostata: ecco come salvarla!

 

Ho pensato molto se pubblicare o meno questo scempio, però al di là delle foto e di quello che l’apparenza possa trasmettervi, la ricetta era davvero buona, almeno per i nostri gusti e quindi alla fine ho pensato che potrebbe rivelarsi un post utile per qualcuno a cui, si spera di no, possa succedere ciò che è successo a me.

La crostata vi cade, come è successo a me nel pulito e non riuscite in alcun modo a salvarla, a meno che li presentiate nelle cocottine?

Non disperate e non buttate via nulla.

 

Difficoltà
Media
Preparazione
30 minuti + riposo
Cottura
35 minuti
Costo
Basso
N° persone
8

 Crostata frangipane agli agrumi

 

Ingredienti:

Per la frolla:
350 gr farina di farro
250 gr farina di riso
300 gr burro
200 gr zucchero semolato
100 gr di zucchero a velo
3 uova
i pistilli di una bacca di vaniglia
Per la crema frangipane (ricetta di Ambra):
100g di farina di mandorle (o mandorle pelate)
100g di burro appena ammorbidito
100g di zucchero semolato
1 uovo
30g di maizena
essenza di fior d’arancio
Per la finitura:
150 gr di confettura al limone
150 gr di confettura di arance amare
polvere di agrumi q.b.
Preparazione:
Mettete in una ciotola, il burro, che avrete tenuto fuori dal frigo per 1/4 d’ora, i pistilli della bacca di vaniglia e lo zucchero e lavorate velocemente, aggiungete le uova amalgamando per poco tempo con una frusta a mano.
Preparate su una spianatoia o sul tavolo le farine setacciata con il pizzico di sale a fontana e aggiungetevi il composto di uova, lavorando molto velocemente, per evitare di scaldare il burro, fino a formare una palla liscia. Formate un panetto cilindrico e dividetelo in due di cui una parte in congelatore ()che è quella che sto usando io) e l’altra, che utilizzerete, la appiattite e la ricoprite con pellicola e mettete in frigo a riposare per 2 ore poi se volete, potete prepararvela anche la sera prima. Per fare la frolla ci metterete al massimo dieci minuti compresi la preparazione degli ingredienti.
stendete la frolla.
Rivestite uno stampo da crostata (stampo da 24), imburrato e infarinato, con la frolla, a cui farete dei fori sulla base con i rebbi di una forchetta e mettete in frigo finché preparate la frangipane.
Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l’uovo leggermente sbattuto e l’essenza di fior d’arancio sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle (o le mandorle precedentemente tritate finemente nel mixer con un paio di cucchiai di zucchero) poco per volta e la maizena, continuando a montare.
Riprendete la vostra frolla, e sulla base, mettete la confettura di limone, sopra quella di arance amare spolverizzate con la polvere di agrumi, ricoprite con la frangipane e mettete delle strisce di pasta per richiudere il tutto.
Infornate in forno già caldo per 35 minuti circa a 180°.

 

 

Ad un certo punto accade che tutto si rompe, la crostata vi cade, oppure non avete tempo di aspettare che si raffreddi facendo un gran bel flop, ed ecco a voi cosa succede.

Beh a questo punto ero distrutta e delusa, ma poi ho pensato che in fondo non era andato per terra e il marmo del piano di lavoro lo avevo appena pulito, quindi ho messo tutto in una ciotola aggiunto poco latte e con un mixer ad immersione ho frullato tutto, riempito gli stampini dei muffin e re-infornato a 180° fino a doratura completa, circa 20 minuti, ed ecco a voi il dopo della mia frangipane. Questa ricetta era destinata all’mtc di questo mese, pertanto anche se fuori concorso la presento lo stesso :D.

Se avrete pazienza di aspettare che siano completamente freddi e addirittura il giorno dopo, sono veramente buonissimi, io spero che non vi capiti mai di dover rompere la vostra crostata :D ma se dovesse succedere saprete come comportarvi.

Buona domenica a tutti.

 

Questo post lo dedico all’mtc di questo mese

MTC di Aprile 2012: gli sfidanti!

Commenti

  1. bè dai, dopo tante crostate a più o meno strati, una frangipane alternativa ci voleva, e se il risultato è stato questo hai fatto bene a non scoraggiarti e buttare tutto!

  2. Una soluzione geniale Ale mi è capitato di far volare la crostata con uno stampo nuovo dal fondo rimovibile, solo che meno ingegnosamente di te l’ho buttata :/ la tua soluzione è forse ancora più golosa della crostata che era in origine!
    Un abbraccio
    Sonia

  3. nooo ale ma quanto sei stata brava? a mo di muffin mi sembrano spettacolari!

  4. veramente un super rimedio!!!!!ottimo lavoro!

  5. Brava bravissima! Per la crostata deliziosa, ma soprattutto per la presenza di spirito!! E chissà quanto buoni erano quei piccoli tortini profumati!!
    Complimenti!!

  6. Brava Ale!!! l’hai resa un amore questa crostata sfortunata!
    un bacione tesoro e buona domenica

  7. Te lo ripeto anche qua: geniale!!! E ti dirò che sono quasi più belle dopo il disastro!

  8. Che tristezza una crostata che cade! Ma bellissima l’idea di recuperarla in qualche modo!
    Dopo tanto lavoro è un peccato buttar via tutto! se mai mi dovesse capitare so come fare!

    • Mammapapera dice:

      hai proprio ragione è un vero peccato e pensare che avevo messo delle arance in bagno nel porto da mettere sopra e avevo preparato una griglia al cioccolato insomma avevo grandi progetti per questa crostata

  9. Aleeee mamma mia che sfortuna!!!! Ma sei stata veramente brava a rinventare questo dolce!!!!! e sono pure bellissime!!!! brava tesoro!!!!!

  10. Hai trovato una soluzione geniale! A me ultimamente per la fretta di sfornare un dolce mi si è disfatto… era ancora caldo!!! Per fortuna non è caduto per terra e quindi è stato ricomposto e cosparso generosamente di zucchero a velo…
    Solo chi non lavora fa tutto perfetto :))))
    Buona domenica
    Tiziana

    • Mammapapera dice:

      hai proprio ragione solo chi non lavora fa tutto perfetto purtroppo non tutte le ciambelle riescono con il buco

  11. hai fatto benissimo a pubblicare questo post invece, io ho pubblicato la pavlova restaurata!!!!!

  12. peccato che a condividere in rete possiamo solo guardare, e non assaggiare, perchè credo che al podio queste tue tortine di riciclo ci arriverebbero senza problemi.
    buona giornata

    • Mammapapera dice:

      purtroppo non penso, e non credo siano in gara però sono abbastanza buoni, altrimenti non l’avrei condivisa come ricetta^^

  13. Sei una donna piena di risorse! Questa me la salvo, viste le condizioni estreme in cui cucinano le mamme mi sarà certamente utilissima!

    • Mammapapera dice:

      ahahah hai proprio ragione, sai quante volte i pupi l’hanno rigirata? e perchè no può essere anche un modo per riproporre un avanzo ^^

  14. hahahahahha cara sai quante volte succede anche a me??? una volta anche mentre portavo un primo in tavola in pratica l’ho rovesciato per terra :D sei stata bravissima ad aver risolto l’accaduto con questa genialata brava :-) Buona domenica :-)

    • Mammapapera dice:

      ihihih poi se si sta spesso in cucina BISOGNA SAPER METTERE IN CONTO eventuali spatasciamenti d questo tipo

  15. Bè dai…non tutti i mali vengono per nuocere…guarda che capolavoro che ti è uscito!!Speriamo che cade anche a me qualche volta!! ^___^ bacioni Ale!!!!!

    • Mammapapera dice:

      ma no dai non lo sperare che peccato….piuttosto non si sa mai che un piccolo avanzo tu possa riutilizzarlo in questo modo

  16. Complimenti per la fantasia, un’idea utile per non sprecare nulla :)

  17. Grande “Solution woman”! Le tortine sono spettacolari e sembrano buonissime! (Io una volta avevo fatto dei cannelloni al forno, e mio fratello sfornandoli li ha completamente rovesciati in terra… tutto da buttare, non ti dico la tristezza!). Ma se cade sul piano da lavoro bisogna assolutamente recuperare :)

    • Mammapapera dice:

      beh per terra fai fatica ma se il piano è pulito i cannelloni li rinomini cannelloni destrutturati e via sul piatto :D

  18. non ci posso credere!!! sei geniale! a me è successo che la frolla cotta rimanesse attaccata allo stampo “antiaderente” e mi si sfracellasse cadendo ovunque…ero furibonda e ho buttato tutto…peccato…almeno il salvabile avrei potuto riutilizzarlo..ma grazie per l’idea :-DD ma perchè non puoi più partecipare? in fondo quello che serve c’è tutto ;-)) buona domenica, baci :-X

  19. sai che c’è? l’ho trovato divertente!!!! ho messo la prima versione per prima e poi i muffin, solo come versione B!
    Un bacione e buona domenica
    Dani

  20. Bravissima! Questa sì che è una versione alternativa della frangipane :) sono proprio questi trucchetti per risolvere i piccoli disastri che servono sui blog! Non mi è mai capitato, ma conoscendomi è solo questione di tempo, ora so come fare. Grazie e buona serata!

  21. ma sei stata bravissima me lo avevi detto ma non credevo tanta bontà!!!!bravissima ale come sempre

  22. Sei geniale! parli ad una persona che ha le mani di pasta frolla (per l’appunto! :)) adesso sono pronta a tutte le cadute!! :)

  23. bravissima! bisogna sempre trovar rimedio :-) ottimo il risultato ottenuto

  24. ottimo consiglio! Un abbraccio SILVIA

  25. Che bell’idea!!! Deliziosa!!!

  26. Post moooolto utile! Considerato che la mia mandorlina ha sempre le mani ovunque e io un occhio di qua e uno di la’….capitano spesso pasticci ;)))
    Inoltre il recupero di crostata ha un aspetto molto invitante!

  27. ottima idea :-D

  28. beh, sono senza parole! sei un vulcano di idee! fantastico, tempo fa ho avuto lo stesso problema (crostata caduta e irrimediabilmente rovinata) e ne ho buttata via metà :-( mi ricorderò per sempre di questo post! un bacione!

  29. pensa che su menuturistico c’è una torta mousse ai tre cioccolati, in cui i cioccolati son solo due. Il terzo, era finito sul pavimento :-(
    Naturalmente, era il più buono. (bugia grossa come una casa, ma la teoria dei pescatori, per cui il pesce perduto è sempre il più grosso, vale anche in cucina :-))
    E potrei raccontartene altre, di storie così. qualcosa si salva, qualcosa si butta- e mi sa che per l’mtchallenge non si butti via niente, specie in questa tornata :-)))
    comunque, non dubito che il risultato sia stato ottimo, in entrambe le versioni: l’accostamento con gli agrumi è roba da far girare la testa (e anche lo stampo!)
    Grazie ancora, ale!

    • Mammapapera dice:

      non dubito nemmeno io che chi lavora spesso ha più probabilità di fare disastri ^^ grazie a te Ale

Lascia il tuo commento

*